fbpx

Commercio, a Natale sciopero in Sicilia: “La festa non si vende e non si svende”

Cgil, Cisl e Uil proclamano il fermo per le giornate del 25 e 26 dicembre e uno e sei gennaio, per rivendicare "il diritto dei lavoratori di conciliare esigenze di vita ed esigenze lavorative"

I sindacati siciliani di Filcams Cgil , Fisascat Cisl e Uiltucs Uil hanno proclamato lo sciopero regionale del settore commercio e distribuzione cooperativa nei giorni 25 e 26 dicembre, 1 e 6 gennaio prossimi. In una nota le segreterie regionali guidate da Sandro Pagaria, Giusi Sferruzza e Marianna Flauto spiegano che la protesta mira a sostenere “il diritto delle lavoratrici e dei lavoratori del settore di poter conciliare esigenze di vita con esigenze lavorative garantendo loro anche il diritto del riposo nei giorni festivi delle prossime festività natalizie”.

L’aumento dei consumi

Secondo i sindacati “la liberalizzazione delle aperture commerciali ha sortito l’effetto di incidere negativamente sulla qualità di vita delle lavoratrici e lavoratori peggiorandone anche le condizioni lavorative. Non vi sono evidenze sull’aumento dei consumi, ancor più in questo particolare momento storico segnato dalle tensioni geopolitiche che stanno incidendo fortemente sullo smisurato aumento dei prezzi e, conseguentemente, sul potere d’acquisto delle famiglie siciliane”.

- Pubblicità -
Redazione
Redazione
Business, Lavoro, Ambiente, Legalità e Sicurezza. FocuSicilia ha l'obiettivo di raccontare i numeri dell'isola più grande del Mediterraneo. Valorizzare il meglio e denunciare il peggio, la Sicilia dei successi e degli insuccessi. Un quotidiano che crede nello sviluppo sostenibile di una terra dalle grandi potenzialità, senza nasconderne i problemi.

DELLO STESSO AUTORE

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Iscriviti alla newsletter

Social

21,128FansMi piace
511FollowerSegui
349FollowerSegui
- Pubblicità -

Ultimi Articoli