fbpx

Comuni ed extracosti rifiuti, la Regione annulla il decreto da 45 milioni

Dalla Regione siciliana arriva l'annullamento del decreto che assegnava ai Comuni 45 milioni per gli extracosti nel settore rifiuti. Per Anci Sicilia è ora “a rischio la stabilità degli enti, è necessario trovare compensazioni urgenti”

Ai Comuni per gli extracosti sui rifiuti non arriveranno più i fondi regionali da 45 milioni. “Abbiamo appreso con stupore, dopo oltre un anno di discussioni e confronti, dell’annullamento, da parte dell’Assessorato regionale dell’Energia e dei Servizi di Pubblica Utilità, del provvedimento che prevedeva l’utilizzo di 45 milioni a valere sul Fondo Sviluppo e Coesione in favore delle amministrazioni comunali,  per garantire la copertura dei cosiddetti ‘extracosti’ nel settore dei rifiuti”. Lo hanno dichiarato Paolo Amenta e Mario Emanuele Alvano, presidente e segretario generale dell’Anci Sicilia. 

Amenta: “Fondi già in bilancio per molti Comuni”

Adesso per i Comuni la situazione si fa complessa. “Molti Comuni – spiega Paolo Amenta a FocuSicilia – avevano già iscritto le somme a bilancio. Adesso non si può fare altro, da parte della Regione, che trovare una soluzione urgente”. “Ricordiamo che a valere su tali risorse era già stato previsto il riparto delle somme da destinare ai singoli Comuni – aggiungono Amenta e Alvano – ed evidenziamo che l’annullamento del decreto rischia di avere gravissime ripercussioni sulle finanze degli Enti locali siciliani”. 

“Chiediamo necessarie e urgenti compensazioni”

Chiediamo pertanto al Governo regionale di individuare le necessarie e urgenti compensazioni per evitare che   la sottrazione di tali risorse metta a rischio la stabilità finanziaria dei Comuni e ricada sulle tasche dei cittadini che pagano la TARI”. Aggiungono Amenta e Alvano. “In  occasione dell’approvazione dell’ultima  Legge di Stabilità regionale – conclude il presidente Amenta – avevamo chiesto, per l’ennesima volta, un rifinanziamento di questa misura anche per il 2024, adesso apprendiamo che anche quelle limitate risorse, previste per il secondo semestre 2022 e per il primo semestre 2023, si sono volatilizzate”.

- Pubblicità -
Leandro Perrotta
Leandro Perrotta
Catanese, mai lasciata la vista dell'Etna dal 1984. Dal 2006 scrivo della cronaca cittadina. Sono presidente del Comitato Librino attivo, nella città satellite dove sono cresciuto.

DELLO STESSO AUTORE

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Social

25,010FansMi piace
712FollowerSegui
392FollowerSegui
679IscrittiIscriviti
- Pubblicità -

Ultimi Articoli