fbpx

Cultura, la Sicilia è l’isola infelice. Troppi Neet, bassi livelli di istruzione

Gli ultimi dati Istat: l'Isola è la prima per giovani che non studiano e non lavorano ed è l'ultima per diplomati e laureati. I ragazzi delle medie sono gli ultimi in italiano e matematica. I siciliani leggono poco libri e quotidiani e non frequentano cinema, teatro e concerti

C’è poco spazio in Sicilia per l’istruzione, la formazione, la cultura. E quindi, forse, anche per la felicità. Lo certifica l’ultimo rapporto Istat sul Benessere equo e sostenibile (Bes), che mostra livelli, tendenze e disuguaglianze delle regioni italiane. Nel versante dell’istruzione e della formazione, l’Isola si colloca al primo posto per Neet, ovvero quei giovani che non sono impegnati in attività di studio, né lavorano. È anche ultima per diplomati e per laureati. Ultima per cittadini che svolgono attività di formazione continua. Ancora, ultima per competenze alfabetiche (italiano) e numeriche (matematica) tra i ragazzi di terza media. Ultima per partecipazione culturale fuori casa, ovvero cinema, teatri e musei. Inoltre: la Sicilia è penultima per lettura di libri e quotidiani ed è la seconda d’Italia per uscita precoce dal sistema dell’istruzione. Infine: l’Isola è la terzultima regione d’Italia per competenze digitali di base e per fruizione delle biblioteche.

Leggi anche – Turismo, a Pasqua “boom di visitatori” per i siti culturali della Regione. I numeri

La cultura contribuisce alla felicità dei cittadini

Questo mix di primati negativi delinea uno scenario molto preoccupante, tale da diventare persino la cartina di tornasole della felicità (o meno) dei cittadini. I livelli di istruzione o più in generale le qualità culturali sono infatti tra le leve che fanno sentire i cittadini più soddisfatti delle proprie condizioni di vita. Per semplificare, più “felici” nel contesto sociale in cui si trovano. Lo sottolinea sempre Istat in un altro report: risulta maggiormente soddisfatto delle proprie condizioni di vita chi possiede un’istruzione elevata. Nel 2023 il 50,9% di chi attribuisce un punteggio alto alla propria soddisfazione possiede una laurea o un dottorato di ricerca, mentre solo il 38,6% dei molto soddisfatti ha la licenza elementare. Alto il livello di soddisfazione anche da parte di chi è occupato o studia, rispetto a chi non svolge nessuna di questa attività.

Leggi anche – Stabilizzazione Asu , i sindacati: “I precari tengono aperti i siti culturali”

Nel 2023 i Neet in calo, ma non in Sicilia

In Italia nel 2023 è scesa la percentuale di giovani che non si trovano più inseriti in un percorso scolastico e non sono impegnati nel lavoro. Sono i cosiddetti Neet (Neither in Employment nor in Education and Training). La quota dei Neet 15-29 enni è scesa ovunque dal 19% del 2022 al 16,1 per cento. In quattro regioni del Mezzogiorno, però, i valori restano alti e la Sicilia è la peggiore. Più di un giovane su quattro, è un Neet. Seguono Calabria, Campania e Puglia. I dati nazionali vedono la quota di Neet più alta tra le giovani donne (17,8%). È minore tra i giovanissimi di tra 15 e 19 anni (più inseriti nel sistema scolastico), ma più alta tra i 20 e i 24 anni, “per effetto dell’elevato tasso di mancata partecipazione al mercato del lavoro”. Tra i 25 e i 29 anni i Neet prevalgono al femminile: sono il 28,7%.

Leggi anche – Giovani, lavoro e Neet. Nasce il Coordinamento regionale tra Enti locali

Italiano e matematica: competenze insufficienti

La quota più alta di studenti che non raggiungono un livello sufficiente di competenze in italiano o in matematica si trova nel Mezzogiorno. L’analisi riguarda i ragazzi di terza media e si basa sulle rilevazioni nazionali Invalsi. Istat sottolinea come la situazione sia particolarmente grave, per l’italiano, proprio in Sicilia. Qui si classificano come “insufficienti” il 50,2% degli studenti, seguiti dagli alunni di Calabria (49,4%), Campania (46,1%) e Sardegna (45,9%). Competenze insufficienti per gli studenti siciliani anche in matematica (61,4%). Li seguono gli scolari di Calabria (60,7%), Sardegna (58,1%) e Campania (57,7%). La media italiana è del 38,5%, quella del Mezzogiorno è del 45,6%. Percentuali che rimangono “pressoché costanti” rispetto all’anno scorso, tranne che per alcune regioni del Sud, e ancora decisamente peggiori delle percentuali raggiunte nel periodo pre-pandemia, ricorda Istat.

Leggi anche – Piccoli Neet crescono. Siciliani impreparati già dalle elementari

Libri, quotidiani, biblioteche e concerti “snobbati”

I siciliani sono il fanalino di coda d’Italia anche per attività culturali in genere. A stento un cittadino su quattro (dai sei anni in su) ha praticato attività come recarsi al cinema almeno quattro volte nell’ultimo anno o una volta a teatro, visitare musei e mostre, siti archeologici, monumenti, partecipare a concerti musicali. Sicilia al penultimo posto, poi, per lettura di libri e quotidiani, preceduta solo dalla Campania. Poco più di un cittadino ogni cinque ha letto almeno quattro libri nell’ultimo anno o quotidiani almeno tre volte a settimana. La media nazionale è invece di oltre un cittadino ogni tre. In tutta Italia solo il 12,4% dei cittadini si reca in biblioteca almeno una volta l’anno. In Sicilia il dato è molto più basso: solo un cittadino ogni 20, il 5,5%. Restano basse anche le competenze digitali di base, quelle di cui ormai c’è bisogno anche solo per far funzionare un elettrodomestico, la propria automobile o gestire il proprio conto in banca. Le possiedono il 34,5% dei cittadini, contro una media nazionale che sfiora il 46%.

- Pubblicità -
Agostino Laudani
Agostino Laudani
Giornalista professionista, nato a Milano ma siciliano da sempre, ho una laurea in Scienze della comunicazione e sono specializzato in infografica. Sono stato redattore in un quotidiano economico regionale e ho curato la comunicazione di aziende, enti pubblici e gruppi parlamentari. Scegliere con accuratezza, prima di scrivere, dovrebbe essere la sfida di ogni buon giornalista.

DELLO STESSO AUTORE

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Social

25,010FansMi piace
712FollowerSegui
392FollowerSegui
679IscrittiIscriviti
- Pubblicità -

Ultimi Articoli