fbpx

Cure integrative agli infortunati sul lavoro, rinnovato il protocollo Inail

L’Istituto Nazionale per l'Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro e la Regione Siciliana rinnovano l’accordo per assicurare maggiori prestazioni sanitarie integrative. Sono 53 le strutture accreditate

Rinnovato il protocollo che rende possibile l’erogazione di cure riabilitative integrative agli infortunati sul lavoro, con oneri a carico dell’Inail, anche in strutture pubbliche e private accreditate con il servizio sanitario regionale. L’accordo è stato rinnovato grazie alla manifestazione di interesse firmata il 26 luglio dall’assessore regionale della Salute Ruggero Razza.

Sono 53 le strutture accreditate

Il protocollo conferma un servizio già offerto ai cittadini e consolida la collaborazione tra Inail e Regione Siciliana, già avviata con la sottoscrizione di un precedente protocollo sull’offerta di prestazioni sanitarie integrative. Le strutture pubbliche, o private accreditate, con le quali Inail potrà chiudere accordi per l’erogazione delle cure necessarie saranno scelte da un elenco online, in continuo aggiornamento, consultabile sul sito dell’assessorato regionale della Salute. Attualmente, sono 53 le strutture sanitarie accreditate con le quali l’Istituto eroga già prestazioni integrative necessarie al recupero dell’integrità psicofisica dei lavoratori infortunati sul lavoro per reinserirli, nel più breve tempo possibile, nel tessuto sociale e nel mondo lavorativo. L’intesa attua l’accordo-quadro tra lo Stato e le Regioni del 2 febbraio 2012 e quanto previsto dal testo unico per la sicurezza nei luoghi di lavoro (D. Lgs. 81/08) garantendo il diritto al recupero psicofisico senza gravare economicamente sulle imprese. Le cure integrative a carico dell’Istituto assicurativo, come ad esempio la tecarterapia, sono quelle che non rientrano nei livelli essenziali di assistenza gratuita del servizio sanitario regionale.

Reinserimento sociale, lavorativo e pratica sportiva

Attraverso il protocollo d’intesa appena rinnovato, e le relative convenzioni attuative, potranno essere avviati progetti di ricerca scientifica e tecnologica in ambito protesico, della riabilitazione e del reinserimento socio-lavorativo. Inoltre potranno essere definiti specifici percorsi di reinserimento sociale e lavorativo anche attraverso la promozione della pratica sportiva a livello sia agonistico che amatoriale per le persone con disabilità. Uno spazio importante sarà riservato anche allo sviluppo di iniziative di comunicazione mirate sulle tematiche della disabilità. Per Carlo Biasco, direttore regionale Inail Sicilia “Con il rinnovo di questo protocollo confermiamo l’impegno dell’istituto a beneficio dei nostri assistiti. La rete delle strutture convenzionate garantisce una sinergia con i presidi dell’istituto, di recente rafforzati a seguito dell’apertura nell’Isola del punto di assistenza del centro protesi di Vigorso di Budrio”.

- Pubblicità -
Redazione
Redazione
Business, Lavoro, Ambiente, Legalità e Sicurezza. FocuSicilia ha l'obiettivo di raccontare i numeri dell'isola più grande del Mediterraneo. Valorizzare il meglio e denunciare il peggio, la Sicilia dei successi e degli insuccessi. Un quotidiano che crede nello sviluppo sostenibile di una terra dalle grandi potenzialità, senza nasconderne i problemi.

DELLO STESSO AUTORE

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Iscriviti alla newsletter

Social

20,110FansMi piace
462FollowerSegui
325FollowerSegui
- Pubblicità -

Ultimi Articoli