fbpx

Dall’Etna a Capo Lilibeo torna ViniMilo, edizione 42 della festa pre-vendemmia

La rassegna si svolgerà dal 29 agosto al 11 settembre. Protagonista l’Etna Bianco Superiore Doc insieme a convegni, masterclass, banchi assaggio e l’enoteca in piazza con oltre 150 etichette dell’Etna e le eccellenze agroalimentari siciliane

Unica, come il suo Etna Bianco Superiore Doc, e plurale come le diciotto grandi e piccole cantine – quasi tutte con l’orgoglio di indicare nome e cognome del produttore – fiorite negli ultimi cinque anni con il nuovo corso della viticoltura sull’Etna. Torna ViniMilo [29 agosto – 11 settembre] 42a edizione dello storico appuntamento pre-vendemmia dedicato alla cultura del vino sull’Etna e che, insieme alla presenza di artisti amatissimi come Franco Battiato e Lucio Dalla, ha reso assai popolare anche oltre lo Stretto questo piccolo e lindo borgo di montagna sospeso tra il vulcano e il mare. Un evento che quest’anno dalle vette del vulcano attivo più grande d’Europa spalanca lo sguardo sulle produzioni agroalimentari d’eccellenza di tutta la Sicilia e apre le porte a un ospite d’eccezione, sua maestà il Marsala, il vino che nel 1773 fece innamorare gli inglesi.

Numeri in crescita nel 2021 per i vini etnei

Organizzata dal Comune di Milo con il sostegno degli Assessorati regionali dell’Agricoltura e del Turismo e con la collaborazione della Pro Loco, ViniMilo sarà presentata alla stampa e agli addetti ai lavori lunedì 29 agosto (Barone di Villagrande, ore 10.30) con il tradizionale evento d’apertura ospitato in quella che, con quasi tre secoli di storia (1727) è la più antica cantina dell’Etna. Con il sindaco di Milo, Alfio Cosentino, interverranno partner, cantine e associazioni. A incoraggiare gli organizzatori sono i numeri forniti dal Consorzio Etna Doc: nel 2021 sono infatti stati imbottigliati 446 ettolitri di Etna Bianco Superiore (EBS) Doc, produzione da uve carricante circoscritta dal disciplinare del 1968 proprio all’area di Milo. Più del doppio dell’anno precedente, quando ne ci si fermò a 220 hl (più 102,7 per cento). Ed è proprio un convegno sull’EBS Doc ad aprire lunedì 29 agosto (ore 18, Centro Servizi) la ViniMilo 2022 che, dopo due anni di pausa per la pandemia, torna nei due weekend in piazza Belvedere.
“Con l’edizione 2022 – spiega il sindaco di Milo, Alfio Cosentino – a ViniMilo torna nei due weekend in piazza Belvedere l’Isola del Gusto con i prodotti tipici da tutta la regione, i presidi Slow Food, bio, km zero e lo street food siciliano da abbinare alla ricca carta dei vini del banco assaggia cura della Strada del Vino e del Consorzio Etna Doc. Oltre 150 etichette dell’Etna (bianchi rossi, rosati e spumanti), una sezione “dedicata” ai bianchi di Milo e quest’anno anche alcune produzioni siciliane d’eccellenza scelte fra i soci di Assovini Sicilia. Parleremo di enoturismo e ci confronteremo con tutte le realtà del territorio, i sommelier e le associazioni”.

Il programma di ViniMilo dal 29 agosto al 11 settembre

Si comincia il 29 dall’Etna Bianco Superiore, quindi, con un viaggio ideale condotto dal giornalista Turi Caggegi nelle contrade di montagna che a Milo (700 mt slm) si spalancano al sole e respirano nottetempo la brezza di mare. Alla scoperta delle numerose espressioni di un vino d’eccellenza saranno Salvo Foti (enologo e produttore), il vulcanologo Stefano Branca (direttore INGV di Catania), il botanico Pietro Minissale (Docente UNICT), Seby Costanzo (vicepresidente del Consorzio Etna DOC), il sommelier Vittorio Cardaci e diciotto storici e nuovi produttori del territorio: Barone di Villagrande, Benanti Viticoltori, I Vigneri di Salvo Foti, Tenute di Nuna, Eredi Di Maio, Curtaz Eredi di Maio, Cantine Iuppa, Cantina Maugeri, Gaetano Russo Bianco di Cava, Azienda agricola Alfio Cosentino, Azienda agricola A Massara, Tre.mi.la di Gloria di Paola, Cantine Edomè di Paola Cianci, Pietradolce di Mario Faro, Cantine di Nessuno, Cantina Calcagno, I Custodi delle vigne dell’Etna, Sive Natura di Giuseppe Paoli. Accanto alle degustazioni e alle masterclass condotte da produttori ed enologi, protagonisti di ViniMilo 2022 sono come sempre le associazioni dei sommelier che guideranno approfondimenti tematici (Ais Jonico Etnea, Ais Taormina, Fisar Catania, Fondazione Italiana Sommelier, l’Archestrato, Onav). Confermati gli appuntamenti classici curati da due produttori di Milo e che dall’annuncio hanno già registrato boom di prenotazioni: Etna 10 anni fa, degustazione alla cieca di vini della vendemmia 2012 (31/8 I Vigneri), ed Etna fra i grandi bianchi, degustazione comparata che vede fronteggiarsi calici dell’Etna “contro” calici di prestigiose etichette europee (1/9 Benanti).
In area food, confermata la collaudata partnership con Slowfood Catania e un laboratorio del gusto che sarà un mini “Giro d’Italia” fra le eccellenze di vini e presìdi di sette regioni italiane (6/9); mentre per la prima volta si sperimenteranno abbinamenti fra il comfort food italiano per eccellenza, ossia la pizza, e calici di vini dell’Etna (5/9); torna la tradizionale cena con l’associazione “Volcanic Wines” e il banco assaggio con abbinamenti gastronomici e vini vulcanici provenienti da varie regioni d’Italia curato da Barone di Villagrande (9/9). In area enoturismo si parlerà anche di social e comunicazione digitale, strumento per raggiungere i più giovani wine lovers, con il convegno “Dai boomer alla generazione Z” promosso da “Strada del Vino e dei sapori dell’Etna” che fra gli ospiti vedrà anche la manager di un’azienda vinicola trentina (8/9).
Da Capo Lilibeo all’Etna, lungo l’asse longitudinale che idealmente attraversa l’isola, Milo ospiterà il racconto della storia del Marsala con quattro grandi produttori: Florio, Pellegrino, De Bartoli e Barraco (8/9); e poi storie di viticoltura italiana con un confronto fra i territori dell’Etna e della Sardegna e la presenza del sindaco di Atzara (9/9); mentre l’Irvo (Istituto Regionale del Vino e dell’Olio) condurrà un incontro dedicato ai vini sperimentali, quelli prodotti da vitigni “minori” testimoni di biodiversità.
Spazio all’oro verde della Sicilia con l’APO che guiderà un percorso tra gli olii extravergini dell’isola; mentre il Consorzio Etna Doc proporrà anche quest’anno due incontri “pop” di avvicinamento al vino con degustazioni guidate e l’invito al bere consapevole. Civiltà del vino sul vulcano, sentieri naturalistici dell’Etna, valle dell’Alcantara e Grand Tour, infine, sono i temi degli incontri con autori ed editori dell’Enoteca Letteraria (2/9 e 3/9). Per bambini e famiglie il progetto di Legambiente nel bosco di Milo con didattica ambientale e passeggiate sul dorso degli asini (3/9); mentre l’associazione Mindart guiderà i visitatori nelle cantine che ospitano gli allestimenti di land art del maestro Alfio Bonanno (domenica 4 e 11 settembre). Altri dettagli e tutti gli altri eventi nel programma completo sul sito ufficiale della manifestazione.

- Pubblicità -
Redazione
Redazione
Business, Lavoro, Ambiente, Legalità e Sicurezza. FocuSicilia ha l'obiettivo di raccontare i numeri dell'isola più grande del Mediterraneo. Valorizzare il meglio e denunciare il peggio, la Sicilia dei successi e degli insuccessi. Un quotidiano che crede nello sviluppo sostenibile di una terra dalle grandi potenzialità, senza nasconderne i problemi.

DELLO STESSO AUTORE

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Iscriviti alla newsletter

Social

20,110FansMi piace
462FollowerSegui
329FollowerSegui
- Pubblicità -

Ultimi Articoli