fbpx

Edilizia scolastica, due milioni per convitti ed educandati dalla Regione

Le risorse, provenienti dal Po Fesr 2014/2020, serviranno per ristrutturazione, adeguamento funzionale, messa in sicurezza di impianti, ed è incluso anche l’eventuale l’acquisto di arredi

Due milioni di euro destinati, per la prima volta esclusivamente, ai convitti e gli educandati statali aventi sede in Sicilia. Li ha stanziati l’assessorato regionale all’Istruzione e Formazione professionale. Le risorse, provenienti dal Po Fesr 2014/2020, sono indirizzate alla realizzazione di interventi di ristrutturazione, adeguamento funzionale, messa in sicurezza e riqualificazione di impianti, locali scolastici e spazi esterni di aggregazione ed è incluso anche l’eventuale l’acquisto di arredi. Convitti ed educandati statali potranno presentare istanza di finanziamento a partire dalle ore 9 del 25 marzo – e fino alle 18 dell’8 aprile – tramite la piattaforma Pei messa a disposizione dalla Regione Siciliana.

“Maggiore sicurezza e funzionalità”

“Grazie a questo ulteriore finanziamento, che continua ad alimentare il vasto processo di riqualificazione dell’edilizia scolastica siciliana, iniziato dal governo Musumeci – spiega l’assessore Roberto Lagalla – sia i convitti che gli educandati avranno la possibilità di valorizzare al meglio spazi e strutture adibiti all’attività didattica, all’accoglienza e alla residenzialità degli studenti. Oltre, quindi, a garantire la sicurezza degli edifici, lo stanziamento si propone la principale finalità di realizzare interventi atti a garantire maggiore funzionalità e ogni comfort necessario a ragazzi e ragazze che vivono continuativamente in queste strutture”.

- Pubblicità -
Redazione
Redazione
Business, Lavoro, Ambiente, Legalità e Sicurezza. FocuSicilia ha l'obiettivo di raccontare i numeri dell'isola più grande del Mediterraneo. Valorizzare il meglio e denunciare il peggio, la Sicilia dei successi e degli insuccessi. Un quotidiano che crede nello sviluppo sostenibile di una terra dalle grandi potenzialità, senza nasconderne i problemi.

DELLO STESSO AUTORE

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Iscriviti alla newsletter

Social

20,110FansMi piace
462FollowerSegui
329FollowerSegui
- Pubblicità -

Ultimi Articoli