fbpx

Gestore unico idrico, Filctem Cgil Catania: “Perso tempo, Pnrr a rischio” 

"Il rischio che Catania e provincia si trasformino in un territorio dai rubinetti asciutti, è sempre più vicino”. Lo dice Jerry Magno segretario di Ficltem Cgil Catania. Che ricorda come all'interno del gestore unico idrico dovranno confluire circa 550 lavoratori

“Il silenzio sul destino dell’ente gestore unico del sistema idrico integrato (SIE) non fa presagire nulla di buono. Più si perde tempo, più Catania rischia di perdere i 75 milioni di Pnrr utili a nuovi investimenti”. L’allarme è della Filctem Cgil provinciale.

In bilico la sorte di 550 lavoratori

Il sindacato “da settimane chiede chiarezza sia sul destino del personale dipendente, ben 550 lavoratori che dovranno fare i conti con i rischi della transizione al nuovo gestore, sia sulle caratteristiche dell’ente unico che dovrà ritrovarsi tutti gli strumenti utili a superare le varie difficoltà legate all’acqua, a Catania e provincia”. Per il segretario generale della Filctem di Catania, Jerry Magno, “così come abbiamo manifestato il nostro apprezzamento, alla fine dello scorso anno, sulla nomina di un commissario, allo stesso modo oggi ribadiamo che si è già perso troppo tempo. Le falde acquifere si asciugano e il rischio che Catania e provincia si trasformino in un territorio dai rubinetti asciutti, è sempre più vicino. Non ce lo possiamo permettere”.  

- Pubblicità -
Redazione
Redazione
Business, Lavoro, Ambiente, Legalità e Sicurezza. FocuSicilia ha l'obiettivo di raccontare i numeri dell'isola più grande del Mediterraneo. Valorizzare il meglio e denunciare il peggio, la Sicilia dei successi e degli insuccessi. Un quotidiano che crede nello sviluppo sostenibile di una terra dalle grandi potenzialità, senza nasconderne i problemi.

DELLO STESSO AUTORE

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Social

25,010FansMi piace
712FollowerSegui
392FollowerSegui
679IscrittiIscriviti
- Pubblicità -

Ultimi Articoli