fbpx

Governo, il calendario delle riaperture: scuola, ristoranti, palestre e fiere

Dal 26 aprile torna la "zona gialla". La didattica torna in presenza al 100 per cento, poi riaperture scaglionate per le altre attività

Torna la zona gialla in Italia, a partire dal 26 aprile. Il presidente del Consiglio Mario Draghi ha illustrato in conferenza stampa le nuove misure prese dal Governo, dopo la cabina di regia con il Comitato tecnico scientifico. “In zona gialla e arancione riaprono le scuole in presenza al 100 per cento”, ha detto il premier, che ha annunciato anche la parziale ripresa delle attività all’aperto. “Ripartirà la ristorazione, a pranzo e a cena”. Il calendario prevede il 15 maggio la riapertura delle piscine all’aperto, il primo giugno le palestre, il primo luglio gli eventi fieristici. Il governo “ha preso un rischio ragionato, fondato sui dati che sono in miglioramento”.

Le misure economiche

Autorità e forze dell’ordine dovranno vigilare affinché le misure di sicurezza – a partire da mascherine e distanziamento – siano rispettate. “Un passo fondamentale per dare uno stimolo all’economia”, ha aggiunto Draghi. Il premier ha ricordato i quaranta miliardi del nuovo scostamento di bilancio, per un nuovo decreto Sostegni “che potrebbe calcolare i ristori non sul fatturato, ma sull’utile”. “Il deficit è poco meno del 12 per cento, da cui si rientrerà con un percorso che solo nel 2025 rientrerà al tre per cento”. Una “scommessa sulla crescita”, che tiene in considerazione anche il Piano nazionale di resistenza e resilienza (Pnrr). “Senza pensare a manovre correttive”, ha precisato Draghi. “Se la crescita sarà quella che ci aspettiamo, usciremo dal debito con una crescita sostenibile e rispettosa dell’ambiente”.

Nominati 57 commissari

Per quanto riguarda il Recovery plan, Draghi ha annunciato che i progetti “saranno presentati nei prossimi giorni, e prevedono anche una decisa semplificazione normativa”. A proposito di investimenti, sono stati nominati 57 commissari per altrettante opere, che saranno presentate nel dettaglio dal titolare delle Infrastrutture, “con un preciso crono programma, affinché tutti possano vigilare sull’operato del governo”.

Accelerazione sui vaccini

Sul piano sanitario, secondo il ministro della Salute Roberto Speranza, si vede un appiattimento della curva dei contagi. “Questo andamento è legato alle misure prese nelle ultime settimane, con buona parte del Paese in zona rossa e il resto in arancione”. Al momento l’Rt nazionale è dello 0,85, la prossima settimana secondo le previsioni sarà sotto 0,80. “La tendenza della stragrande maggioranza delle Regioni è di miglioramento”, ha detto il ministro. C’è poi un “aumento significativo” del numero di dosi, “con 14 milioni di dosi somministrate, e l’80 per cento delle persone over ottanta che hanno già ricevuto la prima dose”. Sulla base di questi elementi il governo “vuole dare un segnale positivo, con la riapertura parziale a partire da fine mese”.

Valerio Musumeci
Valerio Musumeci
Valerio Musumeci (Catania, 1992), è giornalista pubblicista e scrittore. Nel 2015 ha esordito con il pamphlet storico-politico "Cornutissima semmai. Controcanto della Sicilia buttanissima", Circolo Poudhron, con prefazione della scrittrice Vania Lucia Gaito, inserito nella bibliografia del laboratorio “Paesaggi delle mafie” dell'Università degli Studi di Catania. Nel 2017, per lo stesso editore, ha curato un saggio sul berlusconismo all'interno del volume "L'Italia tradita. Storia del Belpaese dal miracolo al declino", con prefazione dell'economista Nino Galloni. Nel 2021 ha pubblicato il suo primo romanzo, "Agata rubata", Bonfirraro Editore.

DELLO STESSO AUTORE

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Iscriviti alla newsletter

Social

18,095FansMi piace
313FollowerSegui
218FollowerSegui
- Pubblicità -spot_img
- Pubblicità -spot_img

Ultimi Articoli