fbpx

“I Comuni non pagano, allo stremo i 180 lavoratori della Di Bella Costruzioni”

Crediti non saldati da molti Comuni etnei e non solo. E a pagare le conseguenze delle difficoltà dell'azienda, la Di Bella Costruzioni di Catania, sono i 180 lavoratori, denuncia il sindacato Uilm

“Sono ormai allo stremo i 180 lavoratori della Di Bella Costruzioni Srl, azienda catanese specializzata nella gestione, costruzione, manutenzione e telecontrollo d’impianti tecnologici, elettrici, idrici, termici e di pubblica illuminazione. Da mesi percepiscono con notevoli ritardi lo stipendio per i mancati e/o ritardati pagamenti da parte dei numerosi Enti Locali committenti. I lavoratori continuano ad assicurare le loro prestazioni nell’interesse pubblico, ma non riescono a garantire a sé stessi e alle loro famiglie un’esistenza libera e dignitosa”. Il segretario generale della Uilm etnea, Giuseppe Caramanna, ha inviato una lettera aperta al prefetto di Catania, Maria Carmela Librizzi, per chiedere il suo intervento nella vertenza Di Bella Costruzioni.

Crediti da vari Comuni del catanese e non solo

“Questa organizzazione – scrive l’esponente sindacale – s’è più volte incontrata con la società datoriale per cercare di affrontare questa difficile e non più rinviabile situazione. L’azienda riferisce, in particolare, che gli Enti suoi debitori sono i Comuni di Tremestieri Etneo, Pedara, San Pietro Clarenza, Sant’Alfio e Camporotondo Etneo, nella nostra provincia, oltre che Palermo, Floridia e Lipari”.
Giuseppe Caramanna conclude: “L’incertezza che incombe sull’impresa catanese, sui lavoratori e sulle loro famiglie pone seri interrogativi sul piano occupazionale, sociale e di tutela dei diritti costituzionali tutelati. Per queste ragioni ci rivolgiamo a lei con questa lettera aperta. Lo facciamo pubblicamente perché dissipare questa condizione interessa ben 180 famiglie catanesi e quelle di moltissimi altri lavoratori dell’indotto. Le chiediamo, pertanto, un confronto con la proprietà della Di Bella Costruzioni e i rappresentanti delle Amministrazioni locali committenti per trovare soluzioni a una vertenza che è di assoluto rilievo pubblico e che continuiamo a seguire con preoccupazione”.

- Pubblicità -
Redazione
Redazione
Business, Lavoro, Ambiente, Legalità e Sicurezza. FocuSicilia ha l'obiettivo di raccontare i numeri dell'isola più grande del Mediterraneo. Valorizzare il meglio e denunciare il peggio, la Sicilia dei successi e degli insuccessi. Un quotidiano che crede nello sviluppo sostenibile di una terra dalle grandi potenzialità, senza nasconderne i problemi.

DELLO STESSO AUTORE

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Social

25,010FansMi piace
712FollowerSegui
392FollowerSegui
679IscrittiIscriviti
- Pubblicità -

Ultimi Articoli