fbpx

Investimento STM da 730 milioni su Catania. Ugl: “Grati alla multinazionale”

"La STMicroelectronics continua a puntare sull’Etna valley e sui suoi lavoratori. Sogniamo l’assegnazione di un impianto a 12 pollici”. Questo il commento del sindacato etneo alla notizia della costruzione del nuovo impianto. Previste 700 assunzioni

“La conferma da parte del presidente e Ceo di STMicroelectronics, Jean-Marc Chery, di proseguire a Catania con l’investimento da 730 milioni di euro, per l’apertura di un impianto di produzione di substrati di carburo di silicio e linea pilota per la realizzazione di carburo di silicio a 8 pollici, è un fatto di assoluta rilevanza per l’economia e l’occupazione nel nostro territorio e non solo in questo momento storico particolare. Questo a riprova che la multinazionale della microelettronica vuol continuare a puntare su Catania e sulla sua ”Etna valley”, credendo fortemente sulle potenzialità espresse dal contesto sia in termini logistici che di presenza di manodopera qualificata e know-how di alto livello.” Con queste parole la Ugl etnea, con il segretario territoriale Giovanni Musumeci e del segretario provinciale della federazione Ugl metalmeccanici, Angelo Mazzeo, saluta l’annuncio aziendale guardando con grande fiducia al futuro.

Pnrr, Chips act e il “sogno” del silicio a 12 pollici

“Abbiamo coccolato da tempo il progetto di questa nuova fabbrica, sostenendo appieno che Catania è il sito ideale dove poter produrre nuove tecnologie. Coltiviamo il sogno di poter avere nel nostro sito anche la generazione di fette di silicio a 12 pollici, considerato che la concomitanza del Pnrr nazionale e del “Chips act” della Comunità europea possono contribuire a portare anche questa opportunità e fare della Zona industriale il polo principale della microelettronica in ambito Euromediterraneo. Siamo ben felici che, non appena verranno ultimati i lavori, ad operare nel nuovo stabilimento saranno circa 700 nuove unità e non nascondiamo il desiderio di vedere tra questi anche i lavoratori cosiddetti “Summer job”, recenti e storici, che meritano una nuova possibilità di occupazione essendo già comunque formati. Non c’è dubbio che STM sia attualmente in piena salute, anche grazie al costante impegno responsabile di tutti i dipendenti del sito catanese in questi anni, prova ne sono l’incremento del salario e l’aumento sostanzioso della dotazione “Welfare aziendale” che abbiamo accolto con soddisfazione. Ci sentiamo infine – concludono Musumeci e Mazzeo – di esprimere gratitudine alla STMicroelectronics che, ancora una volta, ha deciso di continuare, rinnovare e valorizzare la storia di uno tra i più importanti stabilimenti che ha nel mondo. Siamo certi che il confronto, franco e costruttivo, ci porterà a nuovi traguardi per il lavoro e la crescita di Catania”.

- Pubblicità -
Redazione
Redazione
Business, Lavoro, Ambiente, Legalità e Sicurezza. FocuSicilia ha l'obiettivo di raccontare i numeri dell'isola più grande del Mediterraneo. Valorizzare il meglio e denunciare il peggio, la Sicilia dei successi e degli insuccessi. Un quotidiano che crede nello sviluppo sostenibile di una terra dalle grandi potenzialità, senza nasconderne i problemi.

DELLO STESSO AUTORE

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Iscriviti alla newsletter

Social

21,128FansMi piace
511FollowerSegui
350FollowerSegui
- Pubblicità -

Ultimi Articoli