fbpx

Lactalis, obiettivo energia green e 20 milioni di investimenti in Sicilia

Confindustria Catania: "Ricerca e innovazione del prodotto, senza mai abbandonare la valorizzazione del territorio, sono da sempre le strategie vincenti". Ignizio (direttore sito Catania): "Percorso con gli allevatori, eccellenza nel benessere animale"

Due siti produttivi, a Catania e Ragusa, 130 dipendenti, 250 allevatori, attenzione all’efficientamento energetico e percorsi produttivi di eccellenza. L’importante presenza del gruppo Lactalis in Sicilia è stata sottolineata anche da parte di Confindustria Catania, dopo la presentazione aziendale rivolta agli studenti del corso di Economia e Gestione delle imprese dell’Ateneo catanese da Vito Chillemi, head of Van Selling Centro-Sud Italia Parmalat, e da Valentina Caramanna, Group brand manager marchi locali Sicilia. L’associazione degli industriali ribadisce come “ricerca e innovazione del prodotto, senza mai abbandonare la valorizzazione del territorio, sono da sempre le strategie vincenti di Lactalis”, il gruppo lattiero-caseario con più di cento marchi internazionali e locali e 1,43 miliardi di litri di latte italiano acquistato in un anno. Gli stabilimenti siciliani producono latte, derivati e formaggi trasformando oltre il 55 per cento della materia prima latte raccolta su base regionale.

Leggi anche – Caro latte, per gli allevatori iblei è emergenza. Incontro con Musumeci

Investiti 20 milioni di euro in Sicilia in due anni

“Il gruppo Lactalis – spiega a FocuSicilia il direttore dello stabilimento di Catania, Giuseppe Ignizio – è il primo player a livello globale nel settore lattiero-caseario, è 12esimo gruppo del settore alimentare al mondo. A livello regionale il gruppo Lactalis ha investito sui due siti della Parmalat in Sicilia circa 20 milioni di euro negli ultimi due anni, il 60 per cento dei quali circa in progetti di efficientamento energetico, riduzione degli impatti ambientali, quindi di sostenibilità, attraverso una moltitudine di progetti di innovazione mirati alla riduzione dei consumi, riuso dei fattori produttivi, riciclo virtuoso, autoproduzione di una quota parte dell’energia internamente, attraverso fonti rinnovabili”.

Leggi anche – Agricoltura, dal Psr Sicilia tre bandi per 120 milioni per agricoltori e allevatori

Allevatori certificati e benessere animale

Al centro della filiera, con a monte i produttori e a valle la grande distribuzione e i consumatori, Lactalis collabora con oltre 250 allevatori e conta su una rete distributiva e di vendita di circa 130 operatori. “Con gli allevatori – evidenzia Ignizio – da cinque anni a questa parte abbiamo intrapreso un percorso comune virtuoso di eccellenza nel benessere animale, arrivando allo strepitoso risultato, in una regione come la Sicilia, di avere il cento per cento dei conferenti certificati secondo il top del protocollo internazionale del benessere animale. Quando i consumatori acquistano i nostri prodotti sanno che siamo partiti da una materia prima sempre eccellente che poi viene processata secondo i massimi standard internazionali di qualità nei nostri siti produttivi”.

Leggi anche – Agricoltura, Regione: in pagamento 90 milioni del Psr per contadini e allevatori

Attività sociali sviluppate nei territori

Lactalis è impegnata anche con attività sociali sul territorio. “Ci teniamo a rappresentare la nostra presenza – ricorda Ignizio – con iniziative di restituzione al territorio dell’affetto che i nostri consumatori ci riservano. Abbiamo condotto alcune attività con Legambiente per la pulizia dei parchi cittadini o dando supporto ad associazioni come la catanese Wonderlad per l’aiuto ai bambini meno fortunati”. Sui progetti di espansione, Ignizio è prudente, visto il momento storico: “Ci sono dei progetti – dice il direttore – che vanno valutati attentamente nell’ambito di una situazione inflattiva che rende complicato fare una programmazione. I progetti di efficientamento energetico stanno soltanto limitando una parte del danno economico che dall’inflazione deriva”.

- Pubblicità -
Agostino Laudani
Agostino Laudani
Giornalista professionista, nato a Milano ma siciliano da sempre, ho una laurea in Scienze della comunicazione e sono specializzato in infografica. Sono stato redattore in un quotidiano economico regionale e ho curato la comunicazione di aziende, enti pubblici e gruppi parlamentari. Scegliere con accuratezza, prima di scrivere, dovrebbe essere la sfida di ogni buon giornalista.

DELLO STESSO AUTORE

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Iscriviti alla newsletter

Social

21,128FansMi piace
511FollowerSegui
373FollowerSegui
- Pubblicità -

Ultimi Articoli