fbpx

Ministero del Sud, Confindustria: “La sede sia nel Mezzogiorno”

"Coesione non può essere un nome, deve essere un fatto", dice il presidente Albanese, che chiede di dislocare la sede ministeriale in un capoluogo delle otto regioni meridionali e aggiunge: "Il Sud è il baricentro per le dinamiche relative allo sviluppo vero"

“Il Sud è strategico per l’Italia dal punto di vista geografico, geopolitico ed economico. E il ministero del Sud va insediato al Sud. Palermo, Napoli, Cagliari, Bari o comunque uno dei capoluoghi delle otto regioni del Mezzogiorno d’Italia, deve diventare la sede del ministero del Sud”. Così il presidente di Confindustria Sicilia, Alessandro Albanese: il nostro Paese ha bisogno di unità perché l’Italia è come una catena, forte quanto il suo anello più debole. Il principio di coesione deve trovare una rapida applicazione nei nostri territori e deve avere una immediata ricaduta nelle nostre realtà produttive. Il Sud è il baricentro per le dinamiche relative allo sviluppo vero, effettivo di una visione unitaria di Paese – prosegue Albanese – e dunque la sua sede va ripensata e trasferita nel Meridione. Coesione non può essere un nome, deve essere un fatto. Per andare da Palermo a Reggio Calabria bisogna prendere due aerei e fare scalo a Roma. Questo – che è solo un esempio – indebolisce tutto il sistema Paese. Perché con queste fragilità ataviche l’’Italia arretra di fronte alle potenze straniere. Tutto questo in un momento in cui dovremmo cercare maggiore autonomia e solidità sulle fonti energetiche, sulla trasformazione ambientale, sulle tappe mediterranee delle rotte internazionali dello sviluppo. L’auspicio è che questo non resti solo un tema di campagna elettorale, ma una priorità del prossimo governo”, conclude il presidente degli industriali siciliani.

- Pubblicità -
Redazione
Redazione
Business, Lavoro, Ambiente, Legalità e Sicurezza. FocuSicilia ha l'obiettivo di raccontare i numeri dell'isola più grande del Mediterraneo. Valorizzare il meglio e denunciare il peggio, la Sicilia dei successi e degli insuccessi. Un quotidiano che crede nello sviluppo sostenibile di una terra dalle grandi potenzialità, senza nasconderne i problemi.

DELLO STESSO AUTORE

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Iscriviti alla newsletter

Social

20,110FansMi piace
462FollowerSegui
331FollowerSegui
- Pubblicità -

Ultimi Articoli