fbpx

Morti sul lavoro, in Sicilia i lavoratori protestano per la sicurezza

Dopo la morte di cinque operai in un cantiere a Firenze, domani l'astensione per due ore in numerose aziende dell'Isola. Le manifestazioni indette da Cgil e Uil. Cisl adotta una serie di proposte in favore della sicurezza e lancia un flash mob.

Morti sul lavoro, sciopero mercoledì 21 febbraio anche in Sicilia. Numerose le categorie che si fermeranno, a macchia di leopardo, nell’Isola, per dare un chiaro segnale a imprese e governo, dopo il crollo di Firenze con cinque operai morti in un cantiere dell’Esselunga. Fiom Cgil e Uilm annunciano un’astensione dal lavoro nelle due ultime ore del turno in tutte le aziende di Palermo, Ragusa, Messina, Catania, Trapani e Caltanissetta. Nell’indotto del petrolchimico di Siracusa lo stop sarà nelle prime due ore di turno e si terrà un’assemblea dei lavoratori. Lo sciopero riguarderà dunque aziende come Fincantieri, Sirti, Leonardo (Palermo), Stmicroelectronics (Catania), le acciaierie e i Cantieri Navali a Messina, l’indotto del petrolchimico di Gela, per citarne solo alcune. Anche gli edili delle federazioni regionali e provinciali Cgil e Uil si asterranno dal lavoro.

Un chiaro segnale a imprese e governo

“La Sicilia si ferma – dicono i segretari generali di Fiom Cgil Sicilia e Uilm Francesco Foti e
Vincenzo Comella – per dare un chiaro segnale alle imprese e al governo nazionale. Tre morti al giorno – aggiungono – sono un bilancio insostenibile, noi chiediamo pene più severe per gli imprenditori che non rispettano le normative sulla sicurezza, più controlli, oggi di fatto in Sicilia inesistenti, il potenziamento e l’effettivo ruolo di rappresentanza degli Rls, la modifica della normativa evitando appalti e subappalti a cascata, il confronto in generale sulla piattaforma unitaria che comprende misure e iniziative per la sicurezza nei luoghi di lavoro”.

In Sicilia pochi ispettori del lavoro

Secondo Cgil e Uil Sicilia, “la morte dei cinque operai nel cantiere di Esselunga è l’ennesima tragedia annunciata in un Paese che ha messo i profitti davanti alla sicurezza. La deregolamentazione della catena degli appalti, il massimo ribasso – aggiungono – i controlli insufficienti su sicurezza e lavoro nero e precario, il mancato intervento sugli appalti privati sono tutti elementi che concorrono ad abbassare la soglia della sicurezza e, soprattutto in Sicilia, ad aprire le porte alla mafia“. Cgil e Uil ricordano che in Sicilia il numero degli ispettori del lavoro è irrisorio. Il governo non ha mai dato seguito a impegni assunti, come quello di costituire un osservatorio sulla sicurezza o di dare attuazione al protocollo sullo stress termico“.

Il flash mob di Filca Cisl Sicilia

Dal canto suo, il Consiglio generale della Filca Cisl Sicilia, ha condiviso e accolto oggi le proposte avanzate dal sindacato nazionale in favore di una maggiore sicurezza sul lavoro. Queste comprendono la formazione obbligatoria preventiva sulla sicurezza a tutti coloro che entrano in cantiere, come prerequisito per l’avvio di attività edile in Camera di Commercio. Il sindacato chiede inoltre di introdurre la figura del promotore della sicurezza, un consulente per le attività ispettive e ancora alfabetizzazione edile per gli stranieri. Ancora: una cartella digitale del cantiere trasparente per tutti gli appalti. Durante i lavori del Consiglio, Cisl Sicilia ha promosso un flash mob per sensibilizzare sui morti sul lavoro, in vista della giornata della vittime sul dovere in programma il prossimo 30 marzo

- Pubblicità -
Redazione
Redazione
Business, Lavoro, Ambiente, Legalità e Sicurezza. FocuSicilia ha l'obiettivo di raccontare i numeri dell'isola più grande del Mediterraneo. Valorizzare il meglio e denunciare il peggio, la Sicilia dei successi e degli insuccessi. Un quotidiano che crede nello sviluppo sostenibile di una terra dalle grandi potenzialità, senza nasconderne i problemi.

DELLO STESSO AUTORE

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Social

25,010FansMi piace
712FollowerSegui
392FollowerSegui
679IscrittiIscriviti
- Pubblicità -

Ultimi Articoli