fbpx

Palermo, 16 milioni per extracosti Rap. Per scuola, sociale e teatro 9 milioni

Le risorse stanziate attraverso una delibera approvata ieri dalla Giunta. Oltre metà andrà a coprire le spese dell'azienda pubblica che gestisce la raccolta dei rifiuti nel Capoluogo

È stata approvata ieri dalla Giunta comunale di Palermo una delibera inerente all’undicesima applicazione dell’avanzo di amministrazione presunto relativamente all’annualità 2021 in esercizio provvisorio. La quota vincolata e accantonata del risultato di amministrazione disponibile ammonta complessivamente a oltre 26 milioni e 670 mila euro. Le poste più significative sono i circa 16 milioni di euro destinati a coprire gli extracosti sostenuti da Rap a seguito della chiusura della sesta vasca discarica di Bellolampo; gli oltre cinque milioni vengono destinati al settore scolastico, mentre quattro milioni e 300 mila euro complessivi serviranno per finanziare alcuni progetti relativi al settore della cittadinanza Solidale. Infine, un contributo di 200 mila euro viene destinato alla Fondazione Teatro Massimo di Palermo per il completamento dell’impianto antincendio.

Leggi anche – Palermo, un protocollo per aiutare le persone in gravi difficoltà economiche

“Garantire solidità alla Rap”

“Con la delibera di giunta”, spiega l’assessore al Bilancio e rapporti con Rap, Sergio Marino, “si è provveduto a destinare le somme ancora disponibili sul plafond dell’avanzo vincolato pari 33 milioni circa. L’avanzo disponibile pari a circa 26 milioni, al netto dei 7,3 milioni già utilizzati è stato destinato per diverse finalità con particolare attenzione al sociale ed alla scuola. Di particolare importanza e la destinazione di 16,1 milioni destinati alla Rap per la copertura degli extracosti sopportati nel 2020 per conferire fuori Palermo i rifiuti a seguito della chiusura della sesta vasca. Un impegno assunto dal sindaco per garantire alla Rap ulteriore solidità finanziaria e consolidare un clima di serenità nei rapporti con le rappresentanze dei lavoratori”.

Leggi anche – Differenziata a Palermo, tutti assolti ma l'”emergenza permanente” resta

I commenti degli assessori

Per l’assessora alla Cittadinanza Solidale, Maria Mantegna, “l’approvazione delle delibere consentirà al settore della Cittadinanza Solidale, attraverso le variazioni delle previsioni di spesa, di gestire i servizi necessari per minori e famiglie e realizzare concretamente la pianificazione e programmazione degli interventi in loro favore”. “Attraverso l’approvazione di questo atto”, sottolinea l’assessora alla Scuola, Giovanna Marano, “si liberano risorse per garantire il funzionamento dei servizi dedicati alla prima infanzia e numerosi contributi destinati alle famiglie e alle imprese educative accreditate. Tali contributi saranno dedicati sia per tutelare il diritto allo studio per alunne ed alunni della prima fascia dell’obbligo, sia per agevolare il diritto ad una educazione di qualità di bambine e bambini sin dalla nascita”.

- Pubblicità -
Redazione
Business, Lavoro, Ambiente, Legalità e Sicurezza. FocuSicilia ha l'obiettivo di raccontare i numeri dell'isola più grande del Mediterraneo. Valorizzare il meglio e denunciare il peggio, la Sicilia dei successi e degli insuccessi. Un quotidiano che crede nello sviluppo sostenibile di una terra dalle grandi potenzialità, senza nasconderne i problemi.

DELLO STESSO AUTORE

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Iscriviti alla newsletter

Social

18,249FansMi piace
313FollowerSegui
256FollowerSegui
- Pubblicità -

Ultimi Articoli