fbpx

Ponte sullo Stretto e chiarimenti: i tempi slittano di quattro mesi

Richieste 221 integrazioni. La società ha dichiarato di voler "dedicare la massima attenzione utilizzando pienamente i tempi consentiti dalla normativa" e ha chiesto una sospensione di 120 giorni per presentare la documentazione integrativa

La Stretto di Messina Spa, nell’ambito della procedura in corso di valutazione di impatto ambientale, di concerto con il Contraente Generale Eurolink, ha ritenuto opportuno di richiedere al Ministero dell’ambiente e della sicurezza energetica – Mase, ai sensi della normativa vigente (D.lgs 163/2006) una sospensione di 120 giorni dei termini per la presentazione della documentazione integrativa richiesta che, con i nuovi termini temporali, sarà consegnata entro metà settembre 2024.

Ciucci: “Fornire puntuali ed esaurienti risposte”

“La decisione – spiega l’Amministratore delegato della Stretto di Messina, Pietro Ciucci – è motivata dalla eccezionale rilevanza dell’opera e riflette la volontà e il massimo impegno della Società nel fornire puntuali ed esaurienti risposte alle richieste di integrazioni e chiarimenti sugli elaborati tecnici del progetto definitivo del ponte sullo Stretto di Messina, presentate dalla Commissione Via e Vas del Mase. Alcuni approfondimenti prevedono indagini di campo, come ulteriori rilievi faunistici terrestri, batimetrici e subacquei, ai quali la Società intende dedicare la massima attenzione utilizzando pienamente i tempi consentiti dalla normativa”.

Centinaia di richieste di integrazioni

Il 16 aprile si era tenuta la prima Conferenza di servizi istruttoria legata alla realizzazione del Ponte. In quell’occasione, le associazioni ambientaliste avevano sottoposto una serie di critiche d osservazioni alla procedura, calcolando ben 221 richieste – da parte della Commissione tecnica Via – di integrazione al progetto per le varie procedure di impatto ambientale e incidenza gestite dal Ministero dell’Ambiente. Si era trattata, secondo gli ambientalisti, di una “una falsa partenza” che avrebbe reso impossibile approvare il progetto e aprire i cantieri prima dell’estate.

- Pubblicità -
Redazione
Redazione
Business, Lavoro, Ambiente, Legalità e Sicurezza. FocuSicilia ha l'obiettivo di raccontare i numeri dell'isola più grande del Mediterraneo. Valorizzare il meglio e denunciare il peggio, la Sicilia dei successi e degli insuccessi. Un quotidiano che crede nello sviluppo sostenibile di una terra dalle grandi potenzialità, senza nasconderne i problemi.

DELLO STESSO AUTORE

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Social

25,010FansMi piace
712FollowerSegui
392FollowerSegui
679IscrittiIscriviti
- Pubblicità -

Ultimi Articoli