fbpx

Regione, firmata convenzione per il Centro direzionale di Catania

Il Comune cede all'amministrazione regionale una vasta superficie di terreno nella zona nord-ovest della città. Si trova a pochi metri dal Pala Nesima grande palazzetto dello sport da molti anni abbandonato, e sulle lave dell'eruzione del 1669 "per le quali è prevista la tutela"

Il Centro direzionale della Regione Siciliana a Catania sorgerà nel quartiere di Nesima Superiore. È stata appena firmata la convenzione con cui il Comune cede all’Amministrazione regionale una vasta superficie di terreno nella zona nord-ovest della città, vicino all’ospedale Garibaldi e a pochi metri dal Pala Nesima grande palazzetto dello sport da molti anni abbandonato, su cui sarà realizzata la nuova struttura che ospiterà tutti i dipendenti dei dipartimenti regionali presenti nell’area urbana etnea. A sottoscrivere l’intesa sono stati il direttore della Direzione patrimonio del Comune, Gaetano Oliva, e il direttore del Dipartimento tecnico regionale, Salvatore Lizzio, alla presenza del governatore Nello Musumeci e dell’assessore comunale all’Urbanistica Enrico Trantino.

Leggi anche – Centro direzionale regionale a Catania: a Nesima in area a verde e vincolata 

Il progetto dovrà prevedere la salvaguardia delle lave del 1669

La convenzione, frutto dell’interlocuzione avviata lo scorso anno dal governo Musumeci con il sindaco Salvo Pogliese prima e con il vice sindaco Roberto Bonaccorsi dopo, prevede che le opere di urbanizzazione primaria e gli interventi di riqualificazione dell’area siano eseguiti dalla Regione. Il Dipartimento tecnico regionale procederà alla pubblicazione di un bando di progettazione per lo studio di fattibilità. Il progetto dovrà prevedere anche la tutela e la valorizzazione delle lave risalenti all’eruzione dell’Etna del 1669, presenti nell’area. 

Leggi anche – Centro direzionale a Nesima, sopralluogo sulle lave dell’Etna del 1669

“Consentirà un risparmio da un milione di euro l’anno”

“Abbiamo compiuto – afferma il presidente Musumeci – il primo importante passo avanti nell’ottica di razionalizzare e rendere più funzionali gli uffici regionali presenti nel capoluogo catanese. Il Centro direzionale, all’ingresso della città, oltre a eliminare i disagi per gli utenti, consentirà un risparmio di fitti passivi per circa un milione di euro l’anno che gli uffici regionali pagano per essere ospitati in immobili privati. La Regione si farà inoltre carico della realizzazione dell’opera e della riqualificazione dell’area, nel rispetto del territorio”. “Abbiamo portato a termine un accordo che non prevede costi per il Comune – aggiunge l’assessore Trantino – ma che, grazie all’impegno del governo Musumeci, ci permetterà di rigenerare ulteriormente un quartiere della città già interessato dalla realizzazione di infrastrutture importanti per i trasporti, la sanità e lo sport”.

- Pubblicità -
Redazione
Redazione
Business, Lavoro, Ambiente, Legalità e Sicurezza. FocuSicilia ha l'obiettivo di raccontare i numeri dell'isola più grande del Mediterraneo. Valorizzare il meglio e denunciare il peggio, la Sicilia dei successi e degli insuccessi. Un quotidiano che crede nello sviluppo sostenibile di una terra dalle grandi potenzialità, senza nasconderne i problemi.

DELLO STESSO AUTORE

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Social

25,010FansMi piace
712FollowerSegui
392FollowerSegui
679IscrittiIscriviti
- Pubblicità -

Ultimi Articoli