fbpx

Rifiuti, i dubbi della Regione sull’incendio nella discarica Kalat

Per l'assessore regionale all’Energia e ai Servizi di pubblica utilità Daniela Baglieri, ieri a Caltagirone, ci sono troppi “imprevisti” nella gestione rifiuti. "Avvieremo un tavolo di crisi con i prefetti"

L’assessore all’Energia e ai Servizi di pubblica utilità, Daniela Baglieri, si è recata ieri nella discarica della Kalat Impianti di Caltagirone, dove la notte scorsa un devastante incendio ha distrutto l’impianto di selezione della frazione secca dei rifiuti. L’esponente del governo Musumeci, inoltre, ha incontrato i sindaci del Calatino per discutere della complessa situazione. “Se gli accertamenti delle forze dell’ordine dovessero confermare la natura dolosa del rogo – ha detto Baglieri – ci troveremo davanti a un grave atto criminale le cui vittime sono in primis i cittadini dei comuni calatini”. 

Baglieri: “Troppi imprevisti e coincidenze”

Troppi secondo Baglieri gli “imprevisti” che rallentano e incidono sulla corretta gestione dei rifiuti in Sicilia. “E troppe le coincidenze. È mia ferma intenzione – ha aggiunto l’assessore – andare sino in fondo e contrastare ogni eventuale stortura del sistema. Sarà avviato un tavolo di crisi con tutti i prefetti dell’Isola per comprendere quali siano le dimensioni della problematica e individuare, di concerto con le autorità competenti, le soluzioni più adatte a tutelare il nostro territorio. In queste ore la Regione, attraverso l’Arpa, è al lavoro per accertare le dimensioni del danno ambientale conseguente all’incendio e valutare la possibilità di riavviare, nei tempi tecnici più brevi, quelle aree dell’impianto non direttamente interessate dal fuoco, scongiurando eventuali ulteriori criticità nella gestione del ciclo dei rifiuti”.

- Pubblicità -
Redazione
Redazione
Business, Lavoro, Ambiente, Legalità e Sicurezza. FocuSicilia ha l'obiettivo di raccontare i numeri dell'isola più grande del Mediterraneo. Valorizzare il meglio e denunciare il peggio, la Sicilia dei successi e degli insuccessi. Un quotidiano che crede nello sviluppo sostenibile di una terra dalle grandi potenzialità, senza nasconderne i problemi.

DELLO STESSO AUTORE

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Social

25,010FansMi piace
712FollowerSegui
392FollowerSegui
679IscrittiIscriviti
- Pubblicità -

Ultimi Articoli