fbpx

Saldi invernali dal 5 gennaio anche in Sicilia. Le previsioni di Confcommercio

I saldi invernali saranno al via il 5 gennaio anche in Sicilia. Secondo Confcommercio “poco piu’ di 800mila le famiglie nell’isola che si dedicheranno allo shopping scontato”. Il presidente Manenti: “Ogni persona spenderà 120 euro. Giro di affari di circa 250 milioni di euro”

Saranno poco più di 800mila in Sicilia le famiglie che si dedicheranno allo shopping scontato. Ogni persona spenderà circa 120 euro, per un giro di affari di circa 250 milioni di euro. Sono i numeri stimati dall’ufficio studi di Confcommercio per la nostra isola in vista del periodo dei saldi che prenderanno il via da domani, venerdì 5 gennaio, e che andranno avanti sino al 15 marzo. “Nei giorni precedenti il Natale – sottolinea il presidente regionale Confcommercio Sicilia, Gianluca Manenti – abbiamo registrato nella nostra regione un incremento legato agli acquisti che si è aggirato intorno al 4 per cento su base congiunturale (dati sempre del nostro ufficio studi) rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, dati che lasciano preludere al meglio in vista dell’inizio del 2024, soprattutto nelle grandi città siciliane”.

Preferiti “i negozi di fiducia”. Ma l’online copre il 40%

Secondo Manenti però “il clima economico non è certo dei migliori, a causa di tutte le turbolenze che si registrano, a cominciare dal caro bollette, ma resiste l’aspetto legato alla fiducia. Fiducia che risulta, addirittura, migliorata in tutti i comparti. Stiamo cercando di verificare in che modo l’apprezzamento dello shopping nei centri storici, che abbiamo potuto valutare intorno al 2,5 per cento, sempre con riferimento allo stesso periodo dello scorso anno, possa essere potenziato con politiche di rilancio adeguate. Nel commercio al dettaglio sono cresciuti i giudizi favorevoli dei consumatori sulle vendite e sulle scorte di magazzino. Oltre la metà (52 per cento) di coloro che faranno acquisti in occasione dei prossimi saldi invernali si recherà presso i negozi di fiducia. Segue il canale online con il 40 per cento delle preferenze. Questo ci deve fornire lo spunto per capire in che modo indirizzare le scelte della crescita legate al futuro. Raccogliamo segnali interessanti per le prospettive della nostra economia regionale nella speranza che quello che ha appena aperto i battenti possa essere un anno meno complicato rispetto al precedente”.

Intenzione d’acquisto per il 65,9 per cento dei siciliani

Un nuovo possibile rialzo dei prezzi delle materie prime energetiche “non lascia dormire sonni tranquilli”, sottolinea Manenti. Secondo i dati forniti da Confcommercio in Sicilia, è il 65,9 per cento dei consumatori intenzionato ad effettuare acquisti durante i saldi invernali. Un dato pressoché stabile (meno 0,9 per cento) rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Oltre il 50 per cento dei consumatori siciliani che non effettueranno acquisti durante i saldi invernali, invece, lo farà per risparmiare, mentre circa il 40 per cento non acquisterà a saldo a causa di un peggioramento della propria condizione economica. I capi di abbigliamento (42 per cento) e le calzature (36 per cento) sono in cima, in Sicilia, alle preferenze espresse da quanti si dicono intenzionati a fare acquisti durante i saldi invernali. Tuttavia, coloro che acquisteranno calzature sono in diminuzione rispetto allo scorso anno (meno 2 per cento).

- Pubblicità -
Redazione
Redazione
Business, Lavoro, Ambiente, Legalità e Sicurezza. FocuSicilia ha l'obiettivo di raccontare i numeri dell'isola più grande del Mediterraneo. Valorizzare il meglio e denunciare il peggio, la Sicilia dei successi e degli insuccessi. Un quotidiano che crede nello sviluppo sostenibile di una terra dalle grandi potenzialità, senza nasconderne i problemi.

DELLO STESSO AUTORE

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Social

25,010FansMi piace
712FollowerSegui
392FollowerSegui
679IscrittiIscriviti
- Pubblicità -

Ultimi Articoli