fbpx

STMicroelectronics, l’80% dei lavoratori dice sì al Contratto integrativo

L’80 per cento dei lavoratori e delle lavoratrici di STMicroelectronics hanno approvato in referendum l'ipotesi di nuovo Contratto Integrativo aziendale. Previsti aumenti salariali, miglioramento del welfare. Confermato il piano di 700 nuove assunzioni a Catania

STMicroelectronics: l’80 per cento dei lavoratori e delle lavoratrici approvano in referendum il nuovo Contratto Integrativo aziendale. L’ipotesi di accordo contiene aumenti sostanziali dei salari di tutti i lavoratori e delle lavoratrici, maggiori tutele con norme aggiuntive per le famiglie, sostegno alla genitorialità, orario di lavoro e welfare aziendale contrattate dalle Rsu e dalle organizzazioni sindacali nazionali. Già da gennaio l’aumento della retribuzione fissa per tutti i 5233 dipendenti del sito Catanese che a regime porterà oltre 1000 euro annui, quasi raddoppiato il valore del Premio di Risultato che in tre anni salirà a 5.500 euro e già a marzo saranno riconosciuti anche 700 euro in flexible benefit. Il risultato rispecchia l’appoggio quasi unanime delle maggiori sigle sindacali all’accordo, con la sola UILM su toni contrari.

Confermato piano da 700 nuove assunzioni

Per il sito di Catania, confermato il piano industriale con gli investimenti in corso per realizzare la fabbrica di carburo di silicio che porterà 700 nuove assunzioni. Definito un percorso di stabilizzazione occupazionale per i cosiddetti Summer Job con contratto a termine. Dal 1 gennaio 2024 i lavoratori potranno versare il 100 per cento delle loro quote welfare al fondo nazionale pensione complementare Cometa, mentre il 10 per cento di contributo di solidarietà sarà a carico dell’azienda.
Costituite commissioni paritetiche nazionali sui temi dell’organizzazione del lavoro e delle pari opportunità.  Potranno essere costituite anche a livello locale. Rafforzato il ruolo del coordinamento sindacale nazionale. Prevista anche per i lavoratori di Catania la possibilità di accedere a programmi di colonie estive per i figli tra i 6 e 16 anni. Saranno rafforzati i servizi della “piattaforma welfare” con prestazioni sociali.

La soddisfazione di FIM Cisl Sicilia

Soddisfatti dell’esito referendario – afferma Pietro Nicastro, segretario generale della FIM Cisl Sicilia – al netto delle posizioni distinte di ogni organizzazione sindacale i lavoratori confermano con il loro voto che bisogna guardare oltre purché si permetta di esprimersi in piena libertà ed autonomia da posizioni non proprio edificanti per la collettività. Questo è un contratto integrativo aziendale importante dal punto di vista salariale e normativo, come pochi nel panorama nazionale nelle aziende metalmeccaniche. Un giusto riconoscimento per i lavoratori della Stmicroelectronics che in questi ultimi anni hanno permesso all’azienda di raggiungere fatturati strabilianti e adesso è giunto il momento di raccoglie i frutti del loro impegno lavorativo”.

Nicastro: “Trattativa intensa e difficile”

“È stata anche una trattativa intensa e difficile che ha vista coinvolta tutta la delegazione della FIM Cisl catanese – sottolineano, con Nicastro, i componenti della segreteria territoriale Francesco Rimi e Massimo Laviano – in cui la squadra della delegazione rsu Fim Cisl unitamente al Direttivo Provinciale del sito di Catania si è distinta per il fondamentale contributo nei contenuti, al confronto e all’equilibrio nel coordinamento nazionale. Ora – concludono i tre dirigenti della Fim Cisl – è necessario continuare con gli investimenti, perché il settore dei semiconduttori è in forte espansione e determina una esponenziale crescita economica di Paesi come il nostro. Investimenti epocali che non vanno assolutamente sottovalutati dalle politiche industriali. Adesso affronteremo le imminenti elezioni della nuova Rsu con la consapevolezza di aver fatto un ottimo lavoro per tutti i lavoratori e le lavoratrici di STM e solamente il voto libero ed incondizionato può garantire una crescita continua delle tutele economiche, normative ed occupazionali del sito catanese a fronte delle novità di sviluppo e crescita industriale di STM nel nostro territorio”.

- Pubblicità -
Redazione
Redazione
Business, Lavoro, Ambiente, Legalità e Sicurezza. FocuSicilia ha l'obiettivo di raccontare i numeri dell'isola più grande del Mediterraneo. Valorizzare il meglio e denunciare il peggio, la Sicilia dei successi e degli insuccessi. Un quotidiano che crede nello sviluppo sostenibile di una terra dalle grandi potenzialità, senza nasconderne i problemi.

DELLO STESSO AUTORE

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Social

25,010FansMi piace
712FollowerSegui
392FollowerSegui
679IscrittiIscriviti
- Pubblicità -

Ultimi Articoli