fbpx

Telemarketing, Federconsumatori: “Bene il nuovo RPO, ma c’è altro da fare”

In pochi click da oggi si può negare il consenso alle moleste telefonate promozionali, anche da cellulari. L'associazione consumatori siciliana però avverte: "Ogni nuova autorizzazione sovrascrive il diniego"

“Nei nostri sportelli regionali raccogliamo quotidianamente decine di segnalazioni. La maggior parte sono sfoghi di chi dice: non ce la faccio più. E chiede consiglio su cosa fare”. Così Alfio La Rosa, presidente di Federconsumatori Sicilia, parla della pratica del telemarketing aggressivo, per la quale da oggi dovrebbe cambiare qualcosa, in meglio. Da questa mattina è infatti attivo il nuovo Registro pubblico delle opposizioni (RPO), sul quale registrare l’opposizione alla ricezione di queste chiamate non solo per il telefono fisso di casa, ma anche, grazie alle novità introdotte dal Decreto del Presidente della Repubblica numero 26 entrato in vigore lo scorso aprile, per i telefoni cellulari. Una novità alla quale si è arrivati, ricorda La Rosa “dopo anni di confronti-scontri con le aziende del settore, che hanno opposto resistenza, ma l’iniziativa politica e governativa alla fine ha raggiunto l’obiettivo”. Al momento, dopo una mattinata complicata con il sito registrodelleopposizioni.it non raggiungibile per ore, il servizio è regolarmente attivo e in pochi minuti si può inviare la richiesta, con identità digitale Spid, ma anche senza inserendo i propri dati anagrafici. La procedura viene conclusa con la richiesta di una chiamata dal numero inserito a un fisso facente riferimento al RPO, come verifica, viene generata una ricevuta ed “entro un giorno lavorativo” si dovrebbe avere l’inserimento con la fine delle odiate chiamate moleste.

Ogni nuova autorizzazione sovrascrive l’opposizione

Secondo La Rosa le novità introdotte per il registro, esistente fin dal 2010 per i numeri fissi, ormai in disuso, e gestito dal Ministero dello Sviluppo economico, “questa nuova modalità è la risposta che stavamo aspettando come associazioni consumatori. Da anni chiedevamo di cambiare le modalità e questa qui riprende alcune nostre sollecitazioni, la prima la velocità e semplicità”. Il risultato del nuovo strumento, al quale sono obbligate a iscriversi tutte le aziende che operano nel settore, “peraltro con alcune nuove disposizioni che obbligano a fornire informazioni nel merito”, spiega La Rosa, resta però aggirabile. “Quando si compila un modulo online, cosa che accade spessissimo, si fornisce spesso anche inconsapevolmente una nuova autorizzazione, che varrà da quel momento anche se iscritti al registro”. Niente panico: basterà infatti “rinnovare la richiesta tramite il sito o i numeri predisposti”, ovvero il numero verde 800 957 766 da fisso, 06 42986411 da mobile, con l’opzione di inviare il modulo anche all’indirizzo mail iscrizione@registrodelleopposizioni.it

Non è finita l’era dei contratti truffaldini

Le novità del Dpr 26 del 2022 finiscono però poco oltre al nuovo RPO e agli obblighi di informazione per gli operatori. Secondo il presidente di Federconsumatori Sicilia c’è infatti “ancora molto da fare in questo campo. Continua ad esempio la vendita di pacchetti di dati personali, più o meno autorizzati”. Non è quindi finito del tutto il tempo dei “tentativi di truffa per quanto riguarda alcuni contratti come telefonia e l’energia elettrica e gas, lì il lavoro da fare è ancora tanto, e credo ci vogliano strumenti anche repressivi”. La categoria più soggetta ai tentativi di truffa restano secondo La Rosa gli anziani, non avvezzi a strumenti informatici e all’informazione online su contratti. “Spessissimo riceviamo segnalazioni di tentativi di rinnovo di contrati per l’energia elettrica per via di un pbbligo, inesistente, di passare al mercato libero ad esempio. Per fortuna la procedura è possibile farla non solo tramite Spid ma anche senza. Questa è stata una nostra specifica richiesta, per fortuna accolta”, conclude il presidente di Federconsumatori Sicilia.

- Pubblicità -
Leandro Perrotta
Leandro Perrotta
Catanese, mai lasciata la vista dell'Etna dal 1984. Dal 2006 scrivo della cronaca cittadina. Sono presidente del Comitato Librino attivo, nella città satellite dove sono cresciuto.

DELLO STESSO AUTORE

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Iscriviti alla newsletter

Social

20,945FansMi piace
511FollowerSegui
338FollowerSegui
- Pubblicità -

Ultimi Articoli