fbpx

Turismo da record, il 2023 miglior anno di sempre. Arrivi in Sicilia più 17%

Il turismo in Italia nel 2023 ha vissuto un anno record. Lo stesso vale per la Sicilia, che chiude l'anno in doppia cifra di crescita sia rispetto al 2022 che al pre-pandemia, il 2019. Per Istat l'incremento di 39 milioni di presenza rappresenta "il valore migliore di sempre"

I valori più elevati di sempre“. Non usa mezzi termini Istat per descrivere i risultati da record del turismo italiano nel 2023, il miglior anno di sempre dunque con oltre 134 milioni di arrivi e 451 milioni di presenze negli esercizi ricettivi sul territorio nazionale. E la Sicilia fa addirittura meglio del dato nazionale: gli arrivi crescono del 17,1% sul 2022, fermandosi a quota 5,7 milioni, mentre la crescita italiana è del 13,4%.

Turismo da record in Sicilia nel 2023: presenze +11,3%

Il turismo nel 2023 è stato quindi da record anche per la Sicilia, che cresce più del dato nazionale anche per quanto riguarda le presenze turistiche, che arrivano a quota 16,8 milioni, una crescita dell’11,3% sul 2022. L’Italia ha visto con le sue 451 milioni di presenze nelle strutture ricettive una crescita del 9,5%. Si tratta, appunto, di dati record, e il confronto con l’anno “pre-Covid”, il 2019, ne è testimone. Nel 2023 rispetto a quattro anni prima gli arrivi nelle strutture ricettive italiane crescono di 3 milioni di unità (+2,3% rispetto al 2019), mentre le presenze turistiche crescono di 14,5 milioni (+3,3%).

Leggi anche – Incendio aeroporto di Catania, per gli operatori turistici è ancora tutto uguale

Turismo da record anche in confronto al 2019

Anche la Sicilia segna rispetto al 2019 un record nel turismo, con una crescita delle presenze del 11,4% e degli arrivi del 11,8%. I dati arrivano peraltro in una annata, il 2023, segnata proprio nel periodo estivo dalla parziale chiusura durata oltre un mese del principale aeroporto, quello di Catania Fontanarossa. Secondo Istat inoltre molto del “successo” in termini di ospitalità è legato al settore extra-alberghiero. La Sicilia è infatti la seconda Regione per crescita del comparto, con un più 25,2% nel 2023 rispetto al 2022, preceduta in questa particolare classifica solo dal Lazio (più 31,5%), mentre la crescita nazionale si ferma al 11%.

Leggi anche – Il turismo di lusso dopo l’incendio all’aeroporto di Catania. “Perso il 20%”

In Italia nel 2023 39 milioni di presenza in più

A livello nazionale circa 16 milioni gli arrivi in più rispetto al 2022 (+13,4%) e oltre 39 milioni le presenze (+9,5%). Dopo il periodo pandemico (2020-2022), la componente estera della clientela torna a prevalere su quella domestica: nel 2023 il 52,4% delle presenze turistiche sono riferite a clienti non residenti in Italia. Anche le presenze nel settore extra-alberghiero crescono, del 16,9% rispetto al 2022, e presentano incrementi maggiori di quelli del settore alberghiero (+11,5% e +8,1%). Lazio e Lombardia sono le regioni che crescono maggiormente rispetto al 2022, visto il sostenuto incremento delle presenze turistiche delle città di Roma e Milano.

- Pubblicità -
Leandro Perrotta
Leandro Perrotta
Catanese, mai lasciata la vista dell'Etna dal 1984. Dal 2006 scrivo della cronaca cittadina. Sono presidente del Comitato Librino attivo, nella città satellite dove sono cresciuto.

DELLO STESSO AUTORE

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Social

25,010FansMi piace
712FollowerSegui
392FollowerSegui
679IscrittiIscriviti
- Pubblicità -

Ultimi Articoli