fbpx

Università di Catania: dal ministero otto milioni di euro in più

Assegnati in totale 175 milioni di euro all'ateneo per il 2022. Alle università statali risorse complessive per oltre 8,6 miliardi di euro, in crescita di oltre il tre per cento rispetto allo stanziamento di 8,383 miliardi del 2021

Oltre 175 milioni di euro. È l’ammontare del Fondo di finanziamento ordinario che il ministero dell’Università e della ricerca ha assegnato per il 2022 all’Università di Catania. Lo prevede il decreto Mur, firmato dal Ministro Maria Cristina Messa nei giorni scorsi e contenente i criteri di ripartizione del Ffo delle università statali per l’anno 2022 con un importo complessivo di oltre 8,6 miliardi di euro, in crescita di oltre il tre per cento rispetto allo stanziamento di 8,383 miliardi del 2021. Nel dettaglio, all’ateneo catanese sono stati destinati 175 milioni 151 mila di euro con un incremento di quasi 8 milioni di euro rispetto al 2021. Un dato che conferma la crescita del Ffo destinato all’Università di Catania, visto l’incremento nel 2021 di oltre 5 milioni di euro rispetto al 2020. Il dato positivo più importante è rappresentato dall’incremento di quasi 1,4 milioni di euro della “quota premiale” (poco più di 48 milioni di euro), rispetto allo scorso anno, basata sulla Valutazione della qualità della ricerca da parte dell’Anvur (Agenzia nazionale di valutazione del sistema universitario), sulle politiche di reclutamento e sulla valorizzazione dell’autonomia responsabile degli atenei.

La Via: “Premiata l’efficienza di questa governance”

In crescita anche la “quota base” (+900 mila euro per un totale di quasi 104 milioni di euro) che viene ripartita tra gli atenei calcolando lo standard dei costi di produzione per studente tenuto conto delle dimensioni e delle condizioni ambientali e strutturali. Dal quadro di assegnazione del Ffo all’ateneo emergono, inoltre, importanti incrementi della “integrazione della quota base” – quasi 1,7 milioni di euro rispetto al 2021 per un totale di 3,4 milioni di euro – e della quota per i “piani straordinari dei docenti” che ammonta a 12,5 milioni di euro con un incremento rispetto allo scorso anno di 2,3 milioni di euro. Circa 1,2 milioni di euro sono previsti per la valorizzazione del personale tecnico-amministrativo. “Il risultato positivo – spiega Giovanni La Via, direttore generale dell’Università di Catania – conferma ancora una volta, e premia, l’efficacia e l’efficienza di questa governance. Grazie all’incremento del Ffo destinato al funzionamento e alle attività istituzionali degli atenei potremo continuare l’azione amministrativa mirata all’implementazione e al miglioramento dei servizi destinati ai nostri studenti. Al contempo destineremo maggiori risorse economiche alla ricerca scientifica e al personale tecnico-amministrativo con l’obiettivo di rendere il nostro ateneo sempre più competitivo in ambito nazionale e internazionale”.

- Pubblicità -
Redazione
Redazione
Business, Lavoro, Ambiente, Legalità e Sicurezza. FocuSicilia ha l'obiettivo di raccontare i numeri dell'isola più grande del Mediterraneo. Valorizzare il meglio e denunciare il peggio, la Sicilia dei successi e degli insuccessi. Un quotidiano che crede nello sviluppo sostenibile di una terra dalle grandi potenzialità, senza nasconderne i problemi.

DELLO STESSO AUTORE

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Iscriviti alla newsletter

Social

20,110FansMi piace
462FollowerSegui
325FollowerSegui
- Pubblicità -

Ultimi Articoli