fbpx

Zona industriale e canali ostruiti, Ugl chiede interventi urgenti

"Abbiamo già visto in occasione delle piogge dei giorni scorsi, che la situazione può diventare pericolosa e temiamo che con l’arrivo di possibili bombe d’acqua questi torrenti possano fare danni", dice il segretario dei metalmeccanici, Angelo Mazzeo

Pulizia urgente degli alvei dei torrenti e dei canali di scolo presenti nell’intera zona industriale di Catania. A segnalare pubblicamente la necessità di intervento è la federazione provinciale Ugl Metalmeccanici etnea, dopo alcune indicazioni giunte dai propri scritti e da diversi lavoratori. “L’emblema è il canale parallelo alla ex Strada statale 114, antistante uno degli ingressi della Stmicroelectronics e lungo circa 400 metri. Qui le canne, oltre ad essere parecchio alte, occupano la quasi totalità della sede rallentando di molto il deflusso delle acque che, di conseguenza, sono ormai diventate putride”, dice il segretario Angelo Mazzeo. “Abbiamo già visto – prosegue – in occasione delle piogge dei giorni scorsi, che la situazione può diventare pericolosa e temiamo che con l’arrivo di possibili bombe d’acqua questi torrenti possano fare danni. Negli anni passati è stata la Stmicroelectronics, nel caso del canale situato davanti la sede, ad eseguire a spese proprie i necessari lavori di bonifica per evitare dei pesanti disagi alle strutture ed ai propri dipendenti. Ma non sempre può essere il privato, che va ovviamente ringraziato per ciò che ha fatto, a sostituirsi rispetto a quelle che dovrebbero invece essere i compiti prioritari delle amministrazioni coinvolte in tema di sicurezza. Chiediamo, pertanto, agli enti interessati – conclude Mazzeo – di effettuare una immediata ricognizione delle emergenze, così da prevenire episodi spiacevoli. Invochiamo ancora una volta, come Ugl, maggiore attenzione per la nostra zona industriale, perché possa essere salvata dal degrado in cui versa”.

- Pubblicità -
Redazione
Redazione
Business, Lavoro, Ambiente, Legalità e Sicurezza. FocuSicilia ha l'obiettivo di raccontare i numeri dell'isola più grande del Mediterraneo. Valorizzare il meglio e denunciare il peggio, la Sicilia dei successi e degli insuccessi. Un quotidiano che crede nello sviluppo sostenibile di una terra dalle grandi potenzialità, senza nasconderne i problemi.

DELLO STESSO AUTORE

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Iscriviti alla newsletter

Social

20,110FansMi piace
462FollowerSegui
329FollowerSegui
- Pubblicità -

Ultimi Articoli