fbpx

Accordo Regione-ministero, in Sicilia nuovi ispettori del lavoro

"Le rivendicazioni della Cgil e della Uil sono state accolte - commentano i segretari generali di Cgil e Uil Alfio Mannino e Luisella Lionti - e le pressioni messe in campo con la mobilitazione del 27 luglio hanno prodotto i risultati auspicati"

Firmato l’accordo tra Regione e Ispettorato nazionale del lavoro (Inl) per l’assegnazione in Sicilia di nuovi ispettori del lavoro, i vincitori siciliani del concorso nazionale che manifestino interesse a lavorare nell’isola. Ne danno notizia Cgil e Uil Sicilia che hanno fatto pressing nelle scorse settimane per questo obiettivo. “Le rivendicazioni della Cgil e della Uil sono state accolte – commentano i segretari generali di Cgil e Uil Alfio Mannino e Luisella Lionti insieme ai componenti di segreteria Francesco Lucchesi e Giuseppe Raimondi – e le pressioni messe in campo con la mobilitazione di giorno 27 luglio hanno prodotto i risultati auspicati”. Adesso il secondo passaggio per rendere operativo l’accordo è “l’apprezzamento” da parte del governo e dell’Assemblea Regionale. Le risorse provenienti dalle sanzioni applicate dagli Ispettori confluiranno in un Fondo nazionale per essere poi trasferite in Sicilia per la copertura dei costi del personale Ispettivo comandato nell’isola. “La presenza di un numero maggiore di ispettori del lavoro- dicono i quattro esponenti sindacali – è un grande passo avanti che probabilmente non azzererà le morti sul lavoro. Per raggiungere questo obiettivo-concludono –  ci vogliono controlli a tappeto sul rispetto delle norme, formazione dei lavoratori e dare costante operatività al tavolo regionale sulla sicurezza”.

- Pubblicità -
Redazione
Redazione
Business, Lavoro, Ambiente, Legalità e Sicurezza. FocuSicilia ha l'obiettivo di raccontare i numeri dell'isola più grande del Mediterraneo. Valorizzare il meglio e denunciare il peggio, la Sicilia dei successi e degli insuccessi. Un quotidiano che crede nello sviluppo sostenibile di una terra dalle grandi potenzialità, senza nasconderne i problemi.

DELLO STESSO AUTORE

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Iscriviti alla newsletter

Social

20,110FansMi piace
462FollowerSegui
325FollowerSegui
- Pubblicità -

Ultimi Articoli