fbpx

Addio all’imprenditore Nino Vaccalluzzo. Sindacati etnei: “Troppi morti sul lavoro”

Cgil, Cisl e Ugl Catania hanno espresso il cordoglio per la scomparsa del maestro pirotecnico, rimasto coinvolto in un incidente nello stabilimento aziendale di Belpasso. E rilanciano il tema della sicurezza sui luogo di lavoro: nel 2022 sono state 13 le morti bianche nel catanese

Arriva il cordoglio del mondo sindacale per la morte dell’imprenditore etneo Antonino Vaccalluzzo, tra i proprietari dell’omonima azienda attiva nel settore dei fuochi d’artificio e degli spettacoli pirotecnici. Vaccalluzzo, 62 anni, è scomparso nella notte a causa di un incidente nello stabilimento aziendale di Belpasso, nel catanese. “La morte del maestro ci rattrista molto e ripropone ancora una volta i problemi di sicurezza sul lavoro con i quali fanno i conti tutti gli addetti che operano nel circoscritto ma importante settore pirotecnico, spesso in aziende a gestione familiare”, scrive in una nota la Cgil di Catania, ricordando che “sino ad oggi, da inizio 2022, sono stati 13” i morti sul lavoro nel capoluogo etneo.

Cgil: chiarezza sulle cause

“I carabinieri faranno luce sulle cause del decesso del proprietario dell’azienda”, prosegue la nota della Camera del lavoro di Catania, “straziato da uno scoppio che solo per caso non ha coinvolto lo stabilimento, anche se al momento pare che Vaccalluzzo (che aveva già perso un fratello per lo stesso motivo 20 anni fa), stesse praticando un lavoro di routine. Sappiamo però che questo lavoro rientra tra quelli più rischiosi nel quale si sono verificati incidenti con infortuni quasi sempre mortali, talvolta plurimi. Ci chiediamo dunque se siano state osservate le speciali accortezze che riguardano il settore in termini di valutazione reale dei rischi. Sarà importante verificarlo”, concludono dalla Cgil, “visto che l’azienda, che conta altri dipendenti, continuerà ad operare.

Il cordoglio di Cisl Catania

A esprimere rammarico per il “drammatico incidente” di Belpasso anche Maurizio Attanasio, segretario generale della Cisl di Catania. “Siamo vicini alla famiglia Vacalluzzo colpita, a distanza di anni, da un’altra tragedia durante la propria attività lavorativa”, scrive Attanasio. “Perdiamo un grande imprenditore che, nel suo settore, ha portato lustro alla sua terra e a Catania nel mondo. Al di là delle risultanze delle indagini, il fatale evento ancora una volta impone la necessità di non abbassare mai la guardia sulle misure di sicurezza sul posto di lavoro”.

Attanasio: sicurezza imprescindibile

“Poco più di un mese fa”, prosegue Attanasio, “la Cisl a Catania, come in tutta la regione, ha manifestato davanti alle nove prefetture siciliane, con l’iniziativa “Presidiamo la sicurezza”, anche per ricordare che le misure e gli accorgimenti di sicurezza sono elementi imprescindibili per ogni fase dell’attività lavorativa, dalle più impegnative a quelle di routine. E che occorre investire sempre in formazione ed educazione, anche in sinergia con la programmazione scolastica secondaria di primo grado, perché si comprenda sin dai banchi di scuola che il lavoro deve dare valore alla vita”.

Ugl: quinto decesso in pochi mesi

“Ad un mese dall’ultima tragedia la provincia di Catania continua ad allungare il triste elenco di morto sul lavoro”, dichiara il segretario territoriale della Ugl di Catania, Giovanni Musumeci. “Il quinto decesso in soli nove mesi dall’inizio dell’anno, a segnare un pesantissimo bilancio di morti bianche nel nostro territorio caratterizzato da tanti perché. Sebbene spetterà a chi di competenza fare luce su quest’ennesima disgrazia, non possiamo che evidenziare ancora una volta la totale indifferenza da parte della politica rispetto ad un tema, come quello sulla sicurezza nei luoghi di lavoro, che deve essere al primo posto in tutti i settori.

“Sensibilizzare sulla sicurezza”

“Non servono azioni repressive spettacolari o montagne di burocrazia”, aggiunge il segretario territoriale dell’Ugl, “ma occorre un supplemento incisivo di sensibilizzazione ed una maggiore cultura diffusa laddove esiste anche soltanto un posto di lavoro. È questo quello che invochiamo davanti ad una nuova storia di lacrime e disperazione. Alla famiglia Vaccalluzzo, che ha sempre portato con orgoglio in alto il nome della città di Catania nel mondo, da leader del settore pirotecnico artigianale, vogliamo esprimere il nostro cordoglio porgendo le più sentite condoglianze”, conclude Musumeci.

- Pubblicità -
Redazione
Redazione
Business, Lavoro, Ambiente, Legalità e Sicurezza. FocuSicilia ha l'obiettivo di raccontare i numeri dell'isola più grande del Mediterraneo. Valorizzare il meglio e denunciare il peggio, la Sicilia dei successi e degli insuccessi. Un quotidiano che crede nello sviluppo sostenibile di una terra dalle grandi potenzialità, senza nasconderne i problemi.

DELLO STESSO AUTORE

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Iscriviti alla newsletter

Social

20,110FansMi piace
462FollowerSegui
331FollowerSegui
- Pubblicità -

Ultimi Articoli