fbpx

Ance Catania, incontro con l’assessore regionale all’Economia Marco Falcone

L'associazione dei costruttori edili etnea incontra l'attuale responsabile delle finanze regionali, nella passata legislatura responsabile delle Infrastrutture. Affrontati i nodi sui pagamenti da parte della Regione e il caro materiali

Un’Associazione sana e in crescita, ma che vive un momento di difficoltà a causa della morsa dei pagamenti e del caro-materiali in cui si trovano le imprese. Questo è emerso durante l’ultima assemblea di Ance Catania, tenutasi ieri – 25 febbraio – a cui ha preso parte anche l’assessore regionale all’Economia Marco Falcone (nella passata legislatura alle Infrastrutture e Trasporti). “Nell’attuale contesto normativo ed economico, abbiamo dedicato la giornata non solo al bilancio annuale della nostra attività, ma abbiamo anche affrontato le tematiche spinose che attualmente coinvolgono la nostra categoria – spiega il presidente di Ance Catania Rosario Fresta – il contributo dell’assessore Falcone è stato illuminante in merito alla cessione dei crediti. Argomento molto discusso a seguito del recente stop governativo, nonostante l’interesse della Regione nel prendersi carico del loro acquisto con l’obiettivo di superare il drammatico stallo delle costruzioni”. 

Il caro-materiali resiste al Covid

A tenere banco anche il caro-materiali, argomento (purtroppo) sempre attuale dopo l’esplosione del Covid, nel 2020: “Le imprese si trovano costrette ad anticipare ingenti somme per l’acquisto di materiali ferrosi e non solo, che in alcuni casi hanno subito rialzi anche superiori al 100 per cento – prosegue il presidente Fresta – questo pesa molto sulle casse delle aziende, motivo per cui chiediamo supporto al Governo Regionale, ricorrendo alle risorse dell’IRFIS Finanziaria per lo Sviluppo della Sicilia o istituendo un Fondo dedicato”. Altro punto affrontato durante il confronto quello dei pagamenti, “auspicando un’inversione di tendenza rispetto al passato – commenta Fresta – a far ben sperare è l’approvazione del bilancio 2023 da parte della Regione, immaginando che i primi pagamenti possano già avvenire agli inizi di maggio”.

Rassicurazioni sui pagamenti alle imprese dalla Regione

Falcone ha dato rassicurazioni, evidenziato “i 17.524 mandati di pagamento solo nel mese di dicembre 2022, soddisfacendo quasi tutte le aspettative in campo. Non solo, perché la Ragioneria generale ha dato un grande input alle Ragionerie centrali, avviando un processo di informatizzazione che possa ulteriormente velocizzare le operazioni di liquidazione. Crediamo – aggiunge – che i mancati pagamenti possano essere l’eccezione, rispettando l’impegno preso in merito alla puntualità dei pagamenti e invertendo la rotta rispetto al passato”. Diversa la posizione in merito al caro-materiali e al decreto Aiuti, da cui “non sono arrivate risposte concrete e per cui le imprese rischiano di essere affossate dai propri crediti e non dai propri debiti. Motivo per cui – prosegue l’assessore – la Regione cercherà soluzioni concrete in breve tempo, dando seguito alle richieste e ipotizzando l’istituzione di un Fondo di Anticipazione Risorse, con l’avvio sul punto di interlocuzioni con il Governo Nazionale ed il Mit”. A concludere è sempre Falcone, con un appello agli addetti ai lavori: “Allo stesso modo, chiediamo alle imprese di essere più performanti, in quanto hanno un duplice dovere: realizzare le opere loro affidate  e far uscire la Sicilia dalla condizione di difficoltà e arretratezza”.

- Pubblicità -
Redazione
Redazione
Business, Lavoro, Ambiente, Legalità e Sicurezza. FocuSicilia ha l'obiettivo di raccontare i numeri dell'isola più grande del Mediterraneo. Valorizzare il meglio e denunciare il peggio, la Sicilia dei successi e degli insuccessi. Un quotidiano che crede nello sviluppo sostenibile di una terra dalle grandi potenzialità, senza nasconderne i problemi.

DELLO STESSO AUTORE

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Social

25,010FansMi piace
712FollowerSegui
392FollowerSegui
679IscrittiIscriviti
- Pubblicità -

Ultimi Articoli