fbpx

Artigianato, Cna sollecita due disegni di legge fermi al palo in Ars e Senato

Un evento a Enna, con la massima espressione regionale dei mestieri della Confederazione, per sollecitare la politica. I testi di legge prevedono lo sviluppo dell'artigianato artistico e il riconoscimento del titolo di "Maestro artigiano e Bottega scuola"

All’Assemblea regionale siciliana e al Senato sono depositati due disegni di legge per dare sostegno, impulso e valore all’artigianato di qualità, ma serve una spinta al mondo della politica perché l’iter di approvazione possa proseguire e si giunga all’approvazione. Per questo Cna (Confederazione nazionale artigianato) Sicilia si è mobilitata promuovendo un evento a Enna per sollecitare un impegno in questa direzione, prima della fine delle rispettive legislature (ottobre per l’Ars, primavera 2023 per il Parlamento nazionale). A presenziare, il senatore Fabrizio Trentacoste e i parlamentari regionali Valentina Palmeri e Orazio Ragusa, che è anche presidente della commissione Attività produttive all’Ars.

Artigianato artistico, Maestro artigiano e Bottega scuola

Quello, fermo attualmente al Senato, riguarda la “Tutela e lo sviluppo dell’Artigianato Artistico nella sua espressione territoriale, artistica e tradizionale”: prevede fiscalità di vantaggio per le imprese artigianali artistiche e tradizionali, l’istituzione del marchio di origine e di qualità dei prodotti e l’istituzione della bottega come luogo di formazione. E rispetto proprio a quest’ultimo asset, arriva a supporto il disegno di legge di sala d’Ercole sul “Riconoscimento del titolo di Maestro artigiano e Bottega Scuola”: una volta approvata la legge, i decreti attuativi saranno chiamati a definire le modalità di riconoscimento dei titoli, nonché le modalità di accesso a contributi e forme di sostegno specifiche per queste attività artigiane.

Presenti i referenti dei mestieri dell’artigianato

A fare appello alle istituzioni la massima espressione regionale dei mestieri che compongono l’artistico e il tradizionale. Hanno dato un fattivo e concreto contributo i presidenti regionali dei rispettivi ambiti professionali: Angelo Scalzo (lavorazione in legno), Giuliana Di Franco (Oreficieria), Luigi Mulè Cascio(lavorazione del metallo), Giovanna Comes(restauratori), e Andrea Branciforte (ceramica) che è anche presidente nazionale del comparto. A Enna, oltre ai vertici della Cna provinciale, rappresentati dal presidente Filippo Scivoli e dal segretario Stefano Rizzo, sono intervenuti il segretario nazionale dell’Artigianato artistico, Gabriele Rotini, e Roberto Angelini dell’Ufficio legislativo nazionale. In prima fila i vertici della Cna regionale con il presidente Nello Battiato e il segretario Piero Giglione. Presenti anche il presidente provinciale Artistico-tradizionale di Cna Enna, Salvo Giunta, e il segretario provinciale della Cna di Agrigento, Claudio Spoto.

- Pubblicità -
Redazione
Redazione
Business, Lavoro, Ambiente, Legalità e Sicurezza. FocuSicilia ha l'obiettivo di raccontare i numeri dell'isola più grande del Mediterraneo. Valorizzare il meglio e denunciare il peggio, la Sicilia dei successi e degli insuccessi. Un quotidiano che crede nello sviluppo sostenibile di una terra dalle grandi potenzialità, senza nasconderne i problemi.

DELLO STESSO AUTORE

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Iscriviti alla newsletter

Social

20,945FansMi piace
511FollowerSegui
339FollowerSegui
- Pubblicità -

Ultimi Articoli