fbpx

Assoesercenti-Unimpresa: Impegni concreti per il rilancio del commercio

In vista delle imminenti elezioni amministrative in numerosi Comuni del territorio isolano, l'associazione di imprese sollecita i candidati sindaco e chiedono un tavolo di confronto

“Sollecitiamo tutti i candidati sindaco e i componenti di lista dei comuni catanesi a dare spazio ed attenzione ai temi del rilancio del commercio e delle attività produttive del territorio, indicando con chiarezza gli interventi concreti che si intendono mettere in campo, in caso di elezione”. Ad affermarlo è Salvo Politino, presidente di Assoesercenti Sicilia – Unimpresa, in vista delle imminenti elezioni amministrative in numerosi comuni del territorio isolano.

Sforzo di idee ed una mobilitazione di risorse

“Le perduranti difficoltà – ha proseguito il dirigente dell’associazione di categoria – che si registrano nel Terziario e, più in generale, nell’economia locale e non solo, che vanno a sommarsi ai problemi strutturali che la nostra provincia e tutte le aree interne vivono, richiedono uno sforzo di idee ed una mobilitazione di risorse da parte delle istituzioni locali, adeguate all’importanza e alla gravità della questione. Non è più possibile enunciare semplicemente buone intenzioni, ma occorre assumere precisi impegni per salvaguardare le attività e difendere i posti di lavoro, per l’ammodernamento del settore e per la possibilità di crescita che ne può derivare, anche in termini lavorativi. Alla difficile situazione di crisi economica che attraversano i settori del commercio, del turismo e dei servizi in generale, oltre i settori dell’industria e della agricoltura, si aggiunge una pesante e profonda crisi del tessuto sociale e di quello politico-istituzionale.

Certezze e tempi definiti

In questa fase, le nostre imprese hanno bisogno di certezze e di tempi definiti nell’espletamento dei procedimenti amministrativi, oltre ad una prospettiva di medio-lungo termine di stabilità politico- amministrativa per programmare investimenti e fare impresa. Su questo terreno il nostro primo compito sarà quello di realizzare un sistema di imprese, aperto alle innovazioni, alle sperimentazioni, alla definizione di strategie complessive per lo sviluppo locale. A tal fine chiediamo, per le imprese del commercio e di somministrazione di alimenti e bevande al di sotto di 100 mila euro di fatturato annuo, specifiche politiche comunali di agevolazione su tutti i tributi locali. Non di meno va approntata una efficace lotta all’abusivismo commerciale, in tutte le sue forme, che possa efficacemente riequilibrare un mercato concorrenziale corretto.

Alcune proposte

Proponiamo la istituzione di un tavolo di confronto con le associazioni di rappresentanza dei proprietari di immobili per la definizione di adeguate politiche di recupero di quelli sfitti. Il tema della desertificazione di alcune zone, inteso come forte diminuzione della presenza di esercizi di vicinato, si aggrava sempre più, sia a causa della Grande Distribuzione Organizzata che, più in generale, per la riduzione nei consumi delle famiglie. Per agevolare la rinascita di attività commerciali in quelle strade e in quelle zone dove è più forte il fenomeno degli immobili sfitti, proponiamo la sottoscrizione di un Protocollo d’Intesa tra le associazioni dei proprietari immobiliari e quelle datoriali, con l’obiettivo di ridurre i canoni di locazione commerciale in cambio di agevolazioni sui tributi locali. In questo modo si favorirebbe contemporaneamente la ripresa del mercato immobiliare e del commercio urbano. Da parte nostra – ha concluso Politino – siamo pienamente disponibili al confronto, per rappresentare esigenze e criticità del comparto, ma anche per dare un contributo in termini di proposte e soluzioni ai problemi.

- Pubblicità -
Redazione
Redazione
Business, Lavoro, Ambiente, Legalità e Sicurezza. FocuSicilia ha l'obiettivo di raccontare i numeri dell'isola più grande del Mediterraneo. Valorizzare il meglio e denunciare il peggio, la Sicilia dei successi e degli insuccessi. Un quotidiano che crede nello sviluppo sostenibile di una terra dalle grandi potenzialità, senza nasconderne i problemi.

DELLO STESSO AUTORE

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Iscriviti alla newsletter

Social

20,110FansMi piace
462FollowerSegui
325FollowerSegui
- Pubblicità -

Ultimi Articoli