fbpx

Blutec, protesta alla Regione. Vertenza bloccata, chiesto incontro con Giorgetti

Il 30 giugno scade la cassa integrazione per 635 dipendenti. Fiom, Fim e Uilm chiedono un tavolo con il ministro dello Sviluppo economico

Protesta dei lavoratori della Blutec e dell’indotto stamani davanti a palazzo d’Orleans, che con Fiom, Fim e Uilm regionali chiedono “la convocazione immediata di un tavolo di confronto col ministro dello sviluppo economico, Giancarlo Giorgetti, per sbloccare la vertenza e assicurare un futuro all’area industriale ex Fiat di Termini Imerese”. Il 30 giugno scadrà infatti la cassa integrazione per 635 dipendenti della Blutec e, dice Roberto Mastrosimone, segretario della Fiom Cgil Sicilia “c’è ad oggi il rischio concreto di licenziamento e di crollo dell’economia in quell’area, visto che il Piano presentato il 4 ottobre dai commissari non è stato ancora approvato”. I sindacati, che hanno organizzato negli ultimi dieci giorni, molte iniziative di protesta chiedono alla regione di intervenire presso il Mise, sottolinea Mastrosimone, “per velocizzare la trattazione della vertenza e giungere quanto prima a soluzioni concrete di reindustralizzazione  che garantiscano il futuro sia dei dipendenti della Blutec che dei 300 lavoratori dell’indotto”.

- Pubblicità -
Redazione
Redazione
Business, Lavoro, Ambiente, Legalità e Sicurezza. FocuSicilia ha l'obiettivo di raccontare i numeri dell'isola più grande del Mediterraneo. Valorizzare il meglio e denunciare il peggio, la Sicilia dei successi e degli insuccessi. Un quotidiano che crede nello sviluppo sostenibile di una terra dalle grandi potenzialità, senza nasconderne i problemi.

DELLO STESSO AUTORE

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Social

25,010FansMi piace
712FollowerSegui
392FollowerSegui
679IscrittiIscriviti
- Pubblicità -

Ultimi Articoli