fbpx

Buoni del tesoro dedicati al 110%. La proposta di Confedercontribuenti

Emettere BTP decennali permetterebbe un risparmio del 4 o 5 per cento e di liberare risorse per i centri storici. Ne sono convinti dall'associazione per potenziare il bonus del 110% che definiscono una grande operazione di rilancio dell’edilizia

“Si emettano subito Buoni al Tesoro poliennali dedicati esclusivamente al 110 e ai Bonus per completare la grande operazione di risanamento del patrimonio edilizio italiano. Le banche -aggiunge il presidente Finocchiaro- vogliono mettere in crisi il sistema anche grazie alla complicità di questo governo e di Draghi. Adesso noi proponiamo una soluzione che toglie gli alibi a tutti: emettere BTP decennali, con un risparmio certamente (secondo i nostri calcoli) almeno del 4 o 5 per cento rispetto al costo attuale che viene dato alle banche per la gestione quinquennale del 110.

Liberare risorse per investire nei centri storici

Così si liberano risorse per investire nei centri storici del Paese e complessivamente nel patrimonio del nostro Paese. E si finisca con il ricatto delle banche e dei potentati e comunque con il ricatto di chi vuole annullare una delle operazioni più importanti che si è fatta in questo Paese, che sta rilanciando l’edilizia e che sta evitando la cassa integrazione e che ha riassorbito i lavoratori nei cantieri e che finalmente mette il punto su tutta una serie  di incresciose situazioni, cioè togliendo spazio all’assistenzialismo e dando forza  alla produzione. I centri storici devono e possono ritornare ad essere bellissimi –prosegue il presidente nazionale di Confedercontribuenti-, grazie al risanamento di interi palazzi e soprattutto grazie alla grande operazione di riconversione ecologica, cioè quella che attraverso l’ecobonus rimette in moto la possibilità di ottimizzare i risparmi energetici, i consumi e di ridare al Paese una nuova dimensione anche ambientale.

Operazione di rilancio

Dunque l’operazione è veramente di grande rilievo che non può essere mortificata dai burocrati, dalle banche e da un governo che vuole distruggere una grande operazione di rilancio dell’edilizia… Un’edilizia -conclude il presidente nazionale Carmelo Finocchiaro- che non è speculativa, ma che ristruttura con un piano Marshall l’intero paese. Ed è di queste ore, a proposito del superbonus 110 e dell’obbligo di certificazione SOA, la notizia che le aziende artigiane denunciano che tale questione da me evidenziata già alcuni giorni fa ‘sta bloccando il mercato’. Non a caso siamo stati i primi a lanciare l’allarme su questa deprecabile situazione. Hanno ragione le aziende artigiane… ovvero che si stanno mortificando le piccole e medie imprese italiane”.

- Pubblicità -
Redazione
Redazione
Business, Lavoro, Ambiente, Legalità e Sicurezza. FocuSicilia ha l'obiettivo di raccontare i numeri dell'isola più grande del Mediterraneo. Valorizzare il meglio e denunciare il peggio, la Sicilia dei successi e degli insuccessi. Un quotidiano che crede nello sviluppo sostenibile di una terra dalle grandi potenzialità, senza nasconderne i problemi.

DELLO STESSO AUTORE

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Iscriviti alla newsletter

Social

19,385FansMi piace
462FollowerSegui
313FollowerSegui
- Pubblicità -

Ultimi Articoli