fbpx

“Caravaggio. La verità della luce”. La mostra-evento apre a Catania

Fino al prossimo sei ottobre, il visitatore potrà immergersi in un ricco e avvincente viaggio tra opere autografe di Michelangelo Merisi, detto il Caravaggio. Ce ne saranno anche tante appartenenti allo straordinario fenomeno del "Caravaggismo"

Caravaggio. La verità della luce“, la mostra-evento dedicata al grande artista è stata inaugurata oggi a Catania. Il percorso espositivo di 36 dipinti è ospitato nella nuovissima Pinacoteca comunale, situata nell’ex monastero di Santa Chiara. La nuova struttura, aperta al pubblico proprio oggi, dopo i lavori di riqualificazione, si trova in via Castello Ursino 10. Da domani, due giugno e fino al prossimo sei ottobre, il visitatore potrà immergersi in un ricco e avvincente viaggio. Da una parte dipinti autografi di Michelangelo Merisi, detto il Caravaggio, come “Il ragazzo morso da un ramarro”il “San Sebastiano” e “Il Cavadenti”. Dall’altra, tante opere appartenenti allo straordinario fenomeno del “Caravaggismo”. Tra gli autori caravaggeschi in mostra, Orazio Gentileschi, Guercino, Annibale e Ludovico Carracci, Simone Peterzano, Cavalier d’Arpino. Ancora Mattia Preti, Luca Giordano Giovanni Baglione, Fede Galizia e Orsola Maddalena Caccia e molti altri per i quali Caravaggio è stato il promotore di un grande cambiamento stilistico e culturale.

Acquistare i biglietti per la mostra “Caravaggio. La verità della luce”

Leggi anche – La “luce” di Caravaggio a Catania per inaugurare la Pinacoteca Santa Chiara

Mostra prodotta da Metamorfosi e Demetra

La mostra “Caravaggio. La verità della luce” è stata prodotta e organizzata dall’Associazione MetaMorfosi in collaborazione con Demetra Promotion (editore di questa testata). L’iniziativa ha ottenuto il patrocinio del Ministero della Cultura, della Presidenza della Commissione Cultura della Camera dei Deputati, dell’Assemblea regionale siciliana, della Regione Siciliana e della Città Metropolitana di Catania. Il progetto è stato curato da Pierluigi Carofano . Porta per la prima volta in Sicilia alcuni capolavori del Caravaggio, che scandiscono il suo percorso artistico dalla formazione in Lombardia all’affermazione a Roma e Napoli. Un percorso che si completa con gli ultimi anni della sua tragica esistenza.  

Leggi anche – Caravaggio a Catania, foto e info sulla mostra (dal 2 giugno al 6 ottobre)

Opere di formazione e di piena affermazione

“L’esposizione – spiega il curatore Carofano – si propone un duplice obiettivo: proporre al grande pubblico una selezione di opere di Caravaggio, dalla sua formazione milanese alla sua piena affermazione sino agli ultimi tempi della sua breve vita, arricchita dal confronto con artisti suoi contemporanei; e nuove riflessioni sullo stile e sul significato delle opere di Caravaggio (e dei caravaggeschi) rivolte nello specifico alla comunità scientifica attraverso lo strumento del catalogo”. A testimonianza del “Caravaggismo”, in mostra opere fondamentali come “L’Incredulità di San Tommaso” e la “Cattura di Cristo”, entrambe provenienti dalla Galleria degli Uffizi, realizzate all’interno della cerchia di Caravaggio, sotto la supervisione del Maestro secondo una pratica in voga all’epoca.

L’apertura della nuova Pinacoteca di Catania

La Mostra di Caravaggio è stata anche l’occasione per inaugurare lo spazio museale della Pinacoteca dell’ex Monastero Santa Chiara, restituita alla Città, dopo l’intervento di riqualificazione operato con fondi comunitari dall’Assessorato ai Lavori Pubblici e Politiche Comunitarie, retto da Sergio Parisi. “Straordinario il suo recupero architettonico, luogo noto a tutti i catanesi, in quanto per decenni ha ospitato gli uffici dell’anagrafe comunale, archivio storico, della città etnea. Per Catania – ha dichiarato il sindaco Enrico Trantino – con la mostra di Caravaggio restituiamo ai cittadini un importante bene monumentale, decisamente un altro fiore all’occhiello del nostro centro storico. La Mostra su Caravaggio, che durerà quattro mesi, è solo un viatico per altri grandi appuntamenti artistico-culturale di rilievo nazionale, perché nei prossimi mesi avremo anche quella di Tolkien che, come questa, richiamerà decine di migliaia di visitatori”.

MetaMorfosi: “Un grande onore partecipare”

Per Pietro Folena, presidente dell’Associazione MetaMorfosi: “E’ un grande onore partecipare alla restituzione di uno spazio espositivo meraviglioso per la città di Catania, l’ex monastero di Santa Chiara”. E l’inaugurazione della nuova Pinacoteca avviene con dei capolavori di Caravaggio e altri capolavori di caravaggisti, influenzati dall’incredibile rivoluzione operata da Caravaggio nella Storia dell’Arte“. Una rivoluzione fatta, come da titolo della mostra “con la verità della luce, ma anche con la scelta di soggetti che vengono dalla strada, dal basso della società, che diventano modelli per Santi, Madonne e per quadri di ispirazione religiosa. Il popolo che entra dentro l’arte, come nel San Sebastiano esposto finora a Düsseldorf e in Giappone ma in Italia non è ancora stato visto”.

Sanfilippo (Demetra): “Ripercorsa la vita di Caravaggio”

Presenti all’inaugurazione, anche il Prefetto Maria Carmela Librizzi, l’Arcivescovo Metropolita S.E. Luigi Renna, Alberto Spampinato Segreteria Tecnica Ministro alla Cultura Sangiuliano, Paolo Di Caro Direzione Cultura del Comune, il coordinatore Pierangelo Spadaro, Valentina Noto P.O. Castello Ursino ed infine l’Editore Gaetano Sanfilippo Demetra Promotion, che ha sottolineato: “Abbiamo ripercorso la sua vita con i pittori che lui ha conosciuto, all’interno della sua bottega, il suo maestro, abbiamo cercato di rappresentare la vita finita in un modo misterioso, un uomo che dalla Francia a Malta gira il mondo e per quell’epoca, diventa famosissimo. Tra i pochissimi artisti che, in quel periodo storico, ma anche dopo, è già famoso durante la sua vita”. 

- Pubblicità -
Redazione
Redazione
Business, Lavoro, Ambiente, Legalità e Sicurezza. FocuSicilia ha l'obiettivo di raccontare i numeri dell'isola più grande del Mediterraneo. Valorizzare il meglio e denunciare il peggio, la Sicilia dei successi e degli insuccessi. Un quotidiano che crede nello sviluppo sostenibile di una terra dalle grandi potenzialità, senza nasconderne i problemi.

DELLO STESSO AUTORE

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Social

25,010FansMi piace
712FollowerSegui
392FollowerSegui
679IscrittiIscriviti
- Pubblicità -

Ultimi Articoli