fbpx

Catania, dfferenziata a novembre al 36%. E per Natale 50 operai in più

Le festività di fine anno e quelle agatine porteranno più rifiuti nel capoluogo etneo: l'amministrazione comunale ha quindi chiesto e ottenuto dall'azienda appaltatrice di aggiungere altri operai, tutti provenienti dal "bacino prefettizio"

Per fare fronte al prevedibile maggiore afflusso di cittadini, turisti e visitatori nel centro storico durante il periodo natalizio e le successive festività Agatine, soprattutto nei giorni festivi infrasettimanali e nelle domeniche, con conseguente incremento della produzione di spazzatura, il commissario straordinario Federico Portoghese ha disposto un piano integrativo di spazzamento e raccolta rifiuti nel lotto Centro con l’impiego di nuova manodopera.

Cinquanta lavoratori in più per raccolta e spazzamento

Per lo scopo, l’amministrazione comunale, già a partire da domani 13 dicembre, ha dato mandato al Consorzio Gema di attuare un servizio aggiuntivo con una cinquantina di unità lavorative supplementari, individuati nell’ambito del bacino prefettizio, che verranno impiegati temporaneamente per tre mesi. “Le risorse aggiuntive per questi servizi di pulizia -ha spiegato il Commissario Portoghese- verranno reperite dalle economie di spesa dei servizi di raccolta dei rifiuti e in parte dalla tassa di soggiorno. Un altro passo in avanti per superare le criticità di un servizio che soprattutto nel lotto Centro, si deve ancora consolidare e puntellare in alcune attività, come quello dello spazzamento, su cui stiamo intervenendo con determinazione impiegando uomini e mezzi aggiuntivi, tenuto conto che le festività di fine anno e di Sant’Agata sono momenti clou per il turismo a Catania”. Tra i servizi che verranno migliorati, lo spazzamento manuale, lo svuotamento dei cestini, la rimozione dei rifiuti non conformi e ingombranti, oltre al rafforzamento della raccolta della parte relativa all’incremento degli imballaggi prodotti da utenze domestiche e non domestiche (cartone, plastica, metalli e vetro). Da registrare, infine, un altro importante passo in avanti nella progressiva crescita, avviata lo scorso anno, dei livelli di raccolta differenziata nei tre lotti cittadini in cui è suddivisa la città.

A novembre differenziata al 36 per cento

La tabella riepilogativa al 30 novembre segnala un balzo al 36,14 per cento, cinque punti in più del mese precedente, in parte dovuti all’avvio di un nuovo step della raccolta differenziata in altre zone del lotto Centro. A questo vanno aggiunti gli incrementi dei valori nel lotto Sud (40 per cento) e nel lotto Nord, area quest’ultima che con il 53,61 per cento si conferma in vetta nella percentuale cittadina della raccolta differenziata a Catania. Tutti dati destinati a crescere nelle prossime settimane, tenuto che a Gennaio partirà anche l’ultimo step della raccolta differenziata nel lotto Centro e si andranno a consolidare le abitudini verso la differenziazione dei rifiuti solidi urbani.

- Pubblicità -
Redazione
Redazione
Business, Lavoro, Ambiente, Legalità e Sicurezza. FocuSicilia ha l'obiettivo di raccontare i numeri dell'isola più grande del Mediterraneo. Valorizzare il meglio e denunciare il peggio, la Sicilia dei successi e degli insuccessi. Un quotidiano che crede nello sviluppo sostenibile di una terra dalle grandi potenzialità, senza nasconderne i problemi.

DELLO STESSO AUTORE

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Iscriviti alla newsletter

Social

21,128FansMi piace
511FollowerSegui
350FollowerSegui
- Pubblicità -

Ultimi Articoli