fbpx

Catania, differenziata al via a Nesima inferiore, Cibali e Borgo Sanzio

Il sistema si estende ad altre zone, dopo Picanello, Ognina e Lungomare. L'assessore Barresi: "Delicata fase di trapasso da un vecchio a un nuovo sistema, ci auguriamo che non vi siano altre emergenze causate dalle discariche"

Dalla sera del 20 giugno, anche nelle zone di Nesima inferiore, Cibali e Borgo Sanzio, i cittadini dovranno esporre i rifiuti separatamente secondo il calendario settimanale e con le modalità indicate nei volantini che sono in fase di distribuzione a domicilio. Da lunedì prossimo, nelle ore serali, diventa obbligatorio esporre i rifiuti a frazioni giornaliere già separate  e dentro un sacchetto, se possibile trasparente, davanti alla propria abitazione o portone del condominio, secondo quanto stabilito per quella giornata. È indispensabile rispettare il calendario di conferimento e differenziare i rifiuti in modo corretto esponendo i contenitori o i sacchi trasparenti fuori dal portone dalle ore 22 del giorno antecedente la raccolta e non oltre le ore 5 del mattino. Nelle zone interessate verranno rimossi i cassonetti, che spesso sono stati trasformati in micro-discariche. Nelle aree servite dal porta a porta, infatti, non è possibile ritirare rifiuti contenenti materiali diversi e in orari e giornate difformi dal calendario.

I quartieri coinvolti dal nuovo programma di raccolta differenziata dei rifiuti

Barresi: “Differenziata con picchi del 42 per cento”

“Dopo Picanello, Ognina e Lungomare, zone in cui sono già stati rimossi i cassonetti e due settimane è partita la raccolta porta a porta – ha commentato l’assessore all’Ecologia e alla Polizia locale Andrea Barresi- nel Lotto Centro si prosegue a Nesima inferiore, Cibali e Borgo Sanzio, per aumentare i livelli di rifiuti differenziati complessivi della città, che già oggi si aggirano al 25 per cento, grazie ai buoni risultati raggiunti nei lotti Sud e Nord, con valori medi che si attestano al 42 per cento. Stiamo in delicata fase di trapasso da un vecchio a uno sistema, augurando che non vi siano altre emergenze causate dalle discariche; protagonisti di questa fase sono soprattutto i cittadini, chiamati a collaborare per accelerare questa rivoluzione virtuosa. Anche in queste zone saranno aumentati i controlli serrati della Polizia Municipale, irrogando le sanzioni stabilite, affinché sia chiaro a tutti, che aumentare i livelli della raccolta differenziata è un obbligo ineludibile per la nostra comunità cittadina che deve assolutamente migliorare la pulizia degli spazi pubblici”, ha concluso Barresi.

Gara settennale vinta dal consorzio Gema

Questo nuovo step, che riguarda circa 50 mila abitanti e oltre diecimila utenze, segna una fase nuova nel lotto Centro, con l’entrata in campo del consorzio Gema, aggiudicatario della gara settennale della porzione più grande della città. Gli operai finora impiegati confluiranno nel consorzio e la Dusty, già assegnataria del servizio, ha trasmesso alla società l’elenco dei 396 lavoratori. In caso di nuove assunzioni, il consorzio Gema attingerà all’elenco che comprende il bacino dei precari, così come richiesto dalle organizzazioni sindacali. A firmare l’accordo nella sede dell’assessorato comunale sono state la Fp Cgil (presenti il segretario provinciale Alfio Leonardi e il coordinatore del cantiere  Salvo Di Salvo), insieme alla Fit Cisl (il segretario provinciale Mauro Torrisi) alla Uil Trasporti (il segretario generale Salvatore Bonaventura)  e alla Fiadel (il segretario provinciale Carmelo Condorelli). Lo sbocco finale anche per il lotto Centro, è fissato per il prossimo 1 settembre, quando nell’intera città di Catania spariranno tutti i cassonetti e la raccolta differenziata verrà integralmente servita con il sistema del porta a porta, che comporta un corrispettivo ulteriore incremento della raccolta differenziata dei rifiuti, più igiene, meno costi e rispetto per l’ambiente.

- Pubblicità -
Redazione
Redazione
Business, Lavoro, Ambiente, Legalità e Sicurezza. FocuSicilia ha l'obiettivo di raccontare i numeri dell'isola più grande del Mediterraneo. Valorizzare il meglio e denunciare il peggio, la Sicilia dei successi e degli insuccessi. Un quotidiano che crede nello sviluppo sostenibile di una terra dalle grandi potenzialità, senza nasconderne i problemi.

DELLO STESSO AUTORE

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Iscriviti alla newsletter

Social

20,110FansMi piace
462FollowerSegui
326FollowerSegui
- Pubblicità -

Ultimi Articoli