fbpx

Catania, Giunta aggiorna regolamento sulla gestione dei beni confiscati

Le modifiche apportate al documento, spiegano da palazzo degli Elefanti, puntano a semplificare i meccanismi di riutilizzo degli immobili a scopi di utilità collettiva

L’aggiornamento del regolamento comunale per la gestione e l’assegnazione con finalità sociale dei beni confiscati alla criminalità organizzata sul territorio del Comune di Catania, composto da 30 articoli, è stato deliberato dalla Giunta comunale. Il documento è stato elaborato alla luce del nuovo assetto normativo che disciplina la materia anche in ragione del progressivo aumento di beni confiscati alla criminalità organizzata e della corrispettiva necessità di semplificare i meccanismi di riutilizzo degli immobili a scopi di utilità collettiva.

Le modifiche apportate

La proposta di nuovo regolamento, che rivede pressoché integralmente quello adottato nel 2014, è frutto di una lunga elaborazione curata dall’assessorato ai beni confiscati con il supporto da accademici e ed esperti dell’Università degli studi di Napoli Parthenope in partnership con la Fondazione YMCA Italia. L’innovativo documento è stato ampliato da 14 a 30 articoli, adattato in fase redigente alla vigente normativa con meccanismi di semplificazione, trasparenza e gestione avanzata dei beni confiscati e assegnati al Comune, in un’ottica di riuso sociale degli immobili.

Ultima parola al Consiglio

Per la redazione della proposta, che ora dovrà passare al vaglio definitivo del consiglio comunale, sono stati anche consultati i portatori di interesse per la promozione sociale e la tutela ambientale operanti sul territorio comunale e istituito uno specifico osservatorio per la corretta gestione dei beni confiscati alla delinquenza organizzata.

- Pubblicità -
Redazione
Redazione
Business, Lavoro, Ambiente, Legalità e Sicurezza. FocuSicilia ha l'obiettivo di raccontare i numeri dell'isola più grande del Mediterraneo. Valorizzare il meglio e denunciare il peggio, la Sicilia dei successi e degli insuccessi. Un quotidiano che crede nello sviluppo sostenibile di una terra dalle grandi potenzialità, senza nasconderne i problemi.

DELLO STESSO AUTORE

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Iscriviti alla newsletter

Social

20,110FansMi piace
462FollowerSegui
329FollowerSegui
- Pubblicità -

Ultimi Articoli