fbpx

Catania, lavori sulla Circonvallazione per aprire al traffico le corsie del Rotolo

L'intervento permetterà di rendere utilizzabili la via di fuga di Ognina. L'assessore ai Lavori pubblici Trantino: "Passo avanti decisivo nel piano di recupero e valorizzazione della zona"

Nella circonvallazione, nei pressi della grande rotatoria di Ognina, sono in corso di esecuzione i lavori di abbattimento del muro di contenimento del vecchio pilone del dismesso cavalcavia di RFI. Un intervento necessario e più volte sollecitato dall’assessore ai lavori pubblici Enrico Trantino, per aprire il varco stradale necessario a rendere utilizzabile le corsie della via di fuga Rotolo/Ognina, un’opera di protezione civile la cui realizzazione nel corso degli anni ha avuto un percorso tormentato. “Finalmente”, ha spiegato Trantino, “le ruspe sono entrate in azione al fine di creare le condizioni per un collegamento diretto tra la circonvallazione e il tratto finale di via del Rotolo e impedire che si formi il tappo del flusso veicolare su piazza Mancini Battaglia, aggravato dall’indisciplina e la sosta selvaggia di molti automobilisti. Un passo avanti decisivo nel nostro piano di recupero e valorizzazione di quella zona che prevede una molteplicità di azioni progettuali che finalmente potremo attuare”.

Nuovi finanziamento richiesti

Nelle scorse settimane l’assessore Trantino ha guidato un sopralluogo sulle corsie della strada a doppia corsia sulla via del Rotolo con l’assessore Sergio Parisi, il capo di gabinetto Giuseppe Ferraro e tecnici comunali e di Rfi, allo scopo di individuare soluzioni sinergiche e coerenti con la soluzione del nodo che scarica tutto il traffico veicolare sul Lungomare. “L’obiettivo minimo”, ha spiegato Trantino, “è aprire in Agosto almeno una corsia della via di fuga per deflazionare piazza Mancini Battaglia per ridurre i colli di bottiglia e completare gli interventi per l’apertura al traffico veicolare della nuova strada”. Trantino ha anche annunciato che l’Amministrazione Comunale ha chiesto al Ministero delle Infrastrutture il finanziamento di 20 milioni di euro, necessari a realizzare il progetto per l’abbattimento del ponte sul Lungomare e ridare luce al borgo marinaro e alla storica chiesa di Santa Maria in Ognina, per rendere pedonale  tutto quel tratto del Lungomare.

“Intervento di grande portata”

Dal canto suo, sempre nell’area del Lungomare, l’assessore alle politiche comunitarie Sergio Parisi ha reso noto che a breve verrà indetto il concorso di progettazione per la rigenerazione del percorso viario  e pedonale, da piazza Mancini Battaglia al “passiatore” della Stazione, con un intervento di circa dieci milioni di euro di fondi comunitari  che valorizza il percorso del mare  in un’ottica di sicurezza, tutela ambientale e vivibilità. “Un intervento di grande portata”, ha spiegato Parisi, “in linea con gli altri progetto che stiamo mettendo in campo, con le gare d’appalto già prossime all’affidamento dei lavori per fare rinascere piazza Consiglio D’Europa (ex Nettuno), piazzale Sciascia cioè il fronte mare a specchio con piazza Europa, quest’ultima anch’essa in dirittura d’arrivo per essere riqualificata, salvaguardando e rinnovando la fontana esistente”.  

- Pubblicità -
Redazione
Redazione
Business, Lavoro, Ambiente, Legalità e Sicurezza. FocuSicilia ha l'obiettivo di raccontare i numeri dell'isola più grande del Mediterraneo. Valorizzare il meglio e denunciare il peggio, la Sicilia dei successi e degli insuccessi. Un quotidiano che crede nello sviluppo sostenibile di una terra dalle grandi potenzialità, senza nasconderne i problemi.

DELLO STESSO AUTORE

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Iscriviti alla newsletter

Social

20,110FansMi piace
462FollowerSegui
325FollowerSegui
- Pubblicità -

Ultimi Articoli