fbpx

Cinema, un 2022 nero per le sale siciliane: presenze in calo del 51%

"Nel 2022 sempre più sale hanno chiuso per impossibilità a sostenere adesso anche il caro energia per i costi di gestione  sempre più alti", denuncia Ugl creativi Sicilia tramite il segretario Filippo Virzì

“Secondo i dati riportati da Ueci (Unione Esercenti Cinematografici Italiani) meno 51 per cento delle presenze rispetto alla media del triennio dal 2017 al 2019 testimoniano la flessibilità verso il basso delle presenze in sala – dichiara Filippo Virzì, segretario regionale dell’Ugl creativi in Sicilia – nel 2022 sempre più sale hanno chiuso per impossibilità a sostenere adesso anche il caro energia per i costi di gestione  sempre più alti, senza considerare i danni già provocati nel biennio precedente dall’era pandemica”.

La richiesta di “un cambio di rotta” al Governo

“Le scelte non risolutive del precedente ministro della Cultura – spiega Virzì – ci portano adesso a sperare in un cambio di marcia con la premier Meloni e il ministro Sangiuliano, ribadiamo la necessità di creare una normativa sulle “Finestre di Sfruttamento” sul modello francese le quali stanno ridando vitalità all’intera filiera cinematografica d’oltralpe con un innovativo piano industriale indispensabile per la ripresa delle sale cinematografiche”. Le sale e gli esercenti “garantiscono la sopravvivenza di quel luogo magico che è il cinema quale posto di aggregazione sociale non paragonabile alle piattaforme on demand, troppi cinema sono da quel che abbiamo riscontrato in Sicilia in vendita o in via di chiusura con pesanti ripercussioni occupazionali  non possiamo distruggere questo patrimonio nazionale che va tutelato in quanto il ruolo sociale e culturale risulta a mio avviso di fondamentale importanza per la Sicilia e per l’Italia”.

- Pubblicità -
Redazione
Redazione
Business, Lavoro, Ambiente, Legalità e Sicurezza. FocuSicilia ha l'obiettivo di raccontare i numeri dell'isola più grande del Mediterraneo. Valorizzare il meglio e denunciare il peggio, la Sicilia dei successi e degli insuccessi. Un quotidiano che crede nello sviluppo sostenibile di una terra dalle grandi potenzialità, senza nasconderne i problemi.

DELLO STESSO AUTORE

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Iscriviti alla newsletter

Social

21,128FansMi piace
511FollowerSegui
350FollowerSegui
- Pubblicità -

Ultimi Articoli