fbpx

Confindustria Catania riparte dalle scuole. “Premio per le idee d’impresa”

Nel corso del progetto "L’impresa dei tuoi sogni", promosso dai giovani industriali etnei e giunto alla 21esima edizione, gli studenti saranno divisi in team che elaboreranno iniziative imprenditoriali, premiate con stage aziendali. Quattro gli istituti catanesi coinvolti

“Per ripartire dopo la pandemia serve la forza dei giovani. Dobbiamo favorire il loro ingresso nel mondo dell’impresa, guardando alle nuove tecnologie e alle risorse del Piano nazionale di ripresa e resilienza”. Gianluca Costanzo, presidente dei Giovani Imprenditori di Confindustria Catania, presenta così il progetto “L’impresa dei tuoi sogni”, promosso dagli industriali etnei e giunto alla 21esima edizione. L’iniziativa è stata presentata oggi agli studenti di quattro scuole superiori catanesi – gli istituti “Cannizzaro”, “Cutelli”, “Galilei” e “Marconi” – con la presenza di diversi relatori, Rosario Di Carlentini (Randstad Italia), Stefano Ontario (Elicar Parking), Andrea Castagna e Sandra Mascali (Mas Communication), Diego Leanza (Ensit), Gaia Scalia (Frantoio Scalia). Nel corso del progetto gli studenti saranno divisi in team che elaboreranno dei progetti imprenditoriali, con la supervisione e l’assistenza dei giovani industriali etnei. I migliori verranno premiati con stage aziendali, “che permetteranno di toccare con mano la realtà di un’impresa e capire questo lavoro, che è anche uno stile di vista”, ha aggiunto Costanzo.

Leggi anche – Confindustria, il presidente Bonomi in Sicilia. “Pnrr sfida per il Mezzogiorno”

Catania “start up city”

“Dopo tanti anni possiamo dire che si tratta di un progetto storico dei giovani di Confindustria Catania, che provano a raccontare la cultura d’impresa alle nuove generazioni”, dice Costanzo. Il capoluogo etneo, sottolinea il presidente, sarà al centro di importanti investimenti che per funzionare a pieno avranno bisogno del contributo dei giovani. “Servono voglia, coraggio, entusiasmo, proprio quelli che i nostri relatori oggi stanno raccontando agli studenti delle scuole, investendo tempo, passione e professionalità”. Molti studenti, continua Costanzo, hanno sogni nascosti che potenzialmente potrebbero trasformarsi in opportunità imprenditoriali, per loro e per l’intera città. Un percorso iniziato da tempo, quello con le scuole, che troverà una nuova spinta nelle risorse del Pnrr che arriveranno in città. “Catania è diventata una startup city proprio grazie a giovani che credono in questi progetti e inventano, innovano, creano. Dobbiamo fare in modo che anche in questo momento storico riescano a dare il loro contributo”, dice Costanzo.

Leggi anche – Pnrr, lavoro e formazione: a Catania convegno di Confindustria e Assolavoro

Diversificare per vincere

Particolarmente importante per la buona riuscita di un’impresa è la diversificazione, tema affrontato da Stefano Ontario, fondatore di Elicar Parking Srl, società che gestisce la sosta a pagamento in diverse città siciliane, nonché coordinatore del progetto. “Oggi viviamo in un contesto dinamico e in continua evoluzione. Per questo oggi è difficile trovare un’azienda che si concentri su un solo prodotto. In un mercato in continua crescita evolversi, migliorare e diversificare è essenziale”, spiega Ontario. Una convinzione dettata anche dall’esperienza personale, prosegue l’imprenditore. “Durante la pandemia è stato fondamentale avere investimenti diversificati, per ammortizzare il peso della crisi sul settore della sosta a pagamento”. Esplorare nuovi mercati, servizi e prodotti, insomma, è un “elemento indispensabile” per entrare nel mondo dell’impresa. Soprattutto in una città come Catania, che anche in un momento di crisi dimostra di riuscire ad attirare importanti investimenti. “Per farlo c’è bisogno di un motore pulsante che può essere dato soltanto dai giovani. Proprio a questo mira il nostro progetto”.

Leggi anche – Zes Sicilia Orientale, Confindustria Catania: “Forte interesse degli investitori”

Opportunità per gli studenti

A prendere parte all’iniziativa, come detto, quattro istituti superiori catanesi. “Come scuola partecipiamo da oltre dieci anni a questo progetto”, dice la professoressa Elisabetta Rubino del liceo scientifico “Galilei”, che ha all’attivo due vittorie nelle edizioni precedenti de “L’impresa dei tuoi sogni”. “Pur non avendo un indirizzo economico, abbiamo deciso di offrire ai nostri studenti questa opportunità”. Per l’insegnante si è trattato di “un’esperienza molto significativa”, avendo dato ai ragazzi “la possibilità di conoscere la produttività del territorio e sfatare dei falsi miti legati a un Sud che non produce nulla”. L’importanza del progetto, precisa Rubino, non è soltanto teorica. “È stata anche un’esperienza orientativa, che ha portato molti a intraprendere percorsi di studio legati all’economia”. Nel corso delle varie edizioni, infatti, gli studenti hanno elaborato idee imprenditoriali che in molti casi si sono tradotte in attività concrete dopo la scuola. “Un risultato reso possibile dall’impegno dei giovani imprenditori, che si sono spesi, hanno investito e scommesso su questi ragazzi”, conclude Rubino.

- Pubblicità -
Valerio Musumeci
Valerio Musumeci
Valerio Musumeci (Catania, 1992), è giornalista pubblicista e scrittore. Nel 2015 ha esordito con il pamphlet storico-politico "Cornutissima semmai. Controcanto della Sicilia buttanissima", Circolo Poudhron, con prefazione della scrittrice Vania Lucia Gaito, inserito nella bibliografia del laboratorio “Paesaggi delle mafie” dell'Università degli Studi di Catania. Nel 2017, per lo stesso editore, ha curato un saggio sul berlusconismo all'interno del volume "L'Italia tradita. Storia del Belpaese dal miracolo al declino", con prefazione dell'economista Nino Galloni. Nel 2021 ha pubblicato il suo primo romanzo, "Agata rubata", Bonfirraro Editore.

DELLO STESSO AUTORE

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Iscriviti alla newsletter

Social

19,385FansMi piace
462FollowerSegui
313FollowerSegui
- Pubblicità -

Ultimi Articoli