fbpx

Consorzi di bonifica, sindacati in protesta davanti le prefetture in Sicilia

Oggi mobilitazione davanti alle prefetture siciliane. Fai Cisl, Flai Cgil e Filbi Uil: "Situazione esplosiva in un momento complesso per l'agricoltura siciliana. Subito risposte ai lavoratori"

Fai Cisl, Flai Cgil e Filbi Uil hanno manifestato oggi davanti alle Prefetture siciliane per accendere i riflettori sull’emergenza dei consorzi di bonifica nell’isola. “I lavoratori non ricevono né stipendio né indennità da parecchio tempo -affermano Adolfo Scotti, segretario generale Fai Cisl Sicilia, Filippo Romeo Segretario Flai Cgil Sicilia ed Enzo Savarino segretario generale Filbi Uil Sicilia – il turnover è bloccato fino al 31 dicembre per effetto dell’ultima legge di stabilità, i contenziosi ormai sono la costante nei consorzi di bonifica. Gli Enti sono in grande sofferenza e questo preoccupa ancora di più in un momento di difficoltà per l’agricoltura siciliana”. Fai Cisl, Flai Cgil e Filbi Uil chiedono che tutte le istituzioni e tutte le forze politiche intervengano con azioni immediate e concrete “per evitare che si arrivi allo stop dei consorzi, con tutte le gravissime conseguenze che ne deriverebbero”.

La protesta a Catania: incontro in prefettura

I rappresentanti sindacali di Flai Cgil, Fai Cisl e Filbi Uil sono stati ricevuti in prefettura a seguito del sit in organizzato stamattina in via Etnea a Catania, in concomitanza della mobilitazione dei lavoratori dei consorzi di bonifica convocata in tutta la Sicilia. La protesta è stata organizzata da Flai Cgil, Fai Cisl e Filbi Uil regionali che denunciano i gravi ritardi, fino a 4 mesi, che si registrano nell’erogazione degli stipendi. Presenti i segretari generali delle tre sigle catanesi: Pino Mandrà, Alfio Turrisi e Francesco Incarbone. I sindacati hanno espresso la “preoccupazione inerente i problemi di ordine pubblico quali conseguenze del blocco dei decreti di finanziamento della prima semestralità, del blocco del turnover regolato dall’ art. 60 l.r. 9/2021, della mancanza di erogazione dei servizi di irrigazione e in ultimo della messa in sicurezza del territorio da incendi e siccità che incombono sulla stagione irrigatoria in corso”.  Le stesse problematiche elencate dai rappresentanti dei lavoratori sono già state comunicate ufficialmente dalla Protezione Civile. 

“Dai consorzi dipende il reparto agro-industriale”

Gli operatori del Consorzio di Bonifica di Catania e Caltagirone sono in difficoltà, così come i lavoratori di tutti gli Enti di Bonifica della Sicilia da cui dipende la sopravvivenza del comparto agro-industriale che mette a rischio l’occupazione di oltre 500 mila addetti.  “Oggi alla Prefettura di Catania abbiamo  chiesto di intercedere presso il Governo Regionale e presso il Ministero dell’ Agricoltura,  – hanno aggiunto  i responsabili di Flai, Fai e Filbi provinciali –  per far sì che i problemi del comparto della bonifica siano affrontati nella sua più ampia accezione, risolvendo nel breve termine la problematica dei trasferimenti finanziari dalla Regione verso i Consorzi di Bonifica e la riattivazione immediata del turnover per la stabilizzazione dei precari senza i quali è impossibile soddisfare le istanze degli agricoltori”. L’incontro si è concluso con l’impegno da parte del Prefetto di avviare una interlocuzione con il Governo regionale, mentre i sindacati si sono impegnati a sospendere temporaneamente la protesta, ma hanno sottolineato che “in assenza di concrete rispsoste, saranno avviate azioni sindacali ben più incisive di quelle attuate, non ultimo la mobilitazione di tutti i lavoratori del comparto con eventuale proclamazione dello sciopero generale”.

- Pubblicità -
Redazione
Redazione
Business, Lavoro, Ambiente, Legalità e Sicurezza. FocuSicilia ha l'obiettivo di raccontare i numeri dell'isola più grande del Mediterraneo. Valorizzare il meglio e denunciare il peggio, la Sicilia dei successi e degli insuccessi. Un quotidiano che crede nello sviluppo sostenibile di una terra dalle grandi potenzialità, senza nasconderne i problemi.

DELLO STESSO AUTORE

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Iscriviti alla newsletter

Social

20,110FansMi piace
462FollowerSegui
324FollowerSegui
- Pubblicità -

Ultimi Articoli