fbpx

Consorzio di bonifica Ragusa, in 80 senza lavoro. La denuncia di Flai Cgil

I lavoratori perderanno il lavoro dopo una sentenza della Cassazione. Il sindacato rilancia la vertenza per le stabilizzazioni, sottolineando i disservizi che l'assenza di personale causerà al territorio

La Cassazione ha rigettato la trasformazione a tempo indeterminato dei contratti di lavoro di 80 lavoratori del Consorzio di bonifica 8 di Ragusa. A ricorrere alla magistratura erano stati i lavoratori stessi che, dopo la sentenza, non vedranno dunque trasformati loro contratti e perderanno il lavoro. Ne danno notizia la Flai Cgil regionale e di Ragusa che rilevano, in una nota dei segretari generali Tonino Russo e Salvatore Terranova , “ le responsabilità di in questi anni è rimasto sordo alle sollecitazioni della Flai Cgil che aveva delineato un percorso tecnico-amministrativo per risolvere la problematica e di chi si è trincerato dietro silenzi, balbettii e incapacità di assumere responsabilità per evitare il triste epilogo della vicenda”.

Gli effetti sul territorio

“L’effetto di questa espulsione  – scrivono Russo e Terranova- è che il consorzio non avrà più il personale per fornire servizi istituzionali, come  quelli dell’acquedotto rurale Santa Rosolia sui territori di Modica e Ragusa e  quelli ai Comuni di Ispica e Modica. Verrà a mancare chi si occupa di potabilizzazione delle acque- rilevano-, della distribuzione e la manutenzione degli impianti. Mancheranno i lavoratori che hanno provveduto alla distribuzione delle acque per uso irriguo, e alle manutenzioni degli impianti di tutta la Provincia  e del bassopiano di Ispica”.  La Flai fa sapere che “la battaglia per la stabilizzazione di questi lavoratori continua” e chiede il sostegno alla vertenza dei parlamentari e dei sindaci dell’area. Per la Flai “la situazione è allarmante e ne pagherà il prezzo, oltre ai lavoratori e alle loro famiglie l’intera colllettività”. Gli esponenti della Flai parlano di “comprovato disinteresse” dell’attuale direttore e commissario straordinario nella gestione della problematica. Sottolineano anche tuttavia “le responsabilità dei parlamentari regionali di maggioranza del territorio  e del Governo regionale che è rimasto con le mani in mano”. La Flai punta a definire un percorso di recupero occupazionale di questi lavoratori e annuncia un incontro pubblico al quale invita a partecipare sindaci e parlamentari.

- Pubblicità -
Redazione
Redazione
Business, Lavoro, Ambiente, Legalità e Sicurezza. FocuSicilia ha l'obiettivo di raccontare i numeri dell'isola più grande del Mediterraneo. Valorizzare il meglio e denunciare il peggio, la Sicilia dei successi e degli insuccessi. Un quotidiano che crede nello sviluppo sostenibile di una terra dalle grandi potenzialità, senza nasconderne i problemi.

DELLO STESSO AUTORE

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Social

25,010FansMi piace
712FollowerSegui
392FollowerSegui
679IscrittiIscriviti
- Pubblicità -

Ultimi Articoli