fbpx

Covid, non solo medici per l’emergenza. Per i tecnici nessuna assunzione prevista

Con la legge di Bilancio si autorizzano gli Enti del Servizio Sanitario Nazionale a stabilizzare il personale assunto durante l’emergenza. Solo quello sanitario però escludendo tutto il bacino del personale con le altre professionalità. La nota del Comitato Precari Covid-19

Il tema dell’Emergenza Covid-19 ha assunto da oltre un anno centralità in tutti gli ambiti, incidendo prima di tutto sul Sistema Sanitario Nazionale, chiamato ad affrontare la lotta al contagio del virus con tutti i mezzi possibili, rimodulando ospedali, percorsi e accessi nelle strutture sanitarie, procedure operative, modalità di reclutamento del personale.
Per la carenza strutturale di personale sono stati richiamati in servizio medici in
quiescenza da anni, assunti giovani medici specializzandi, reclutate unità con capacità
tecniche per la gestione di prenotazioni, assistenza alla compilazione di modulistica,
attività di informazione (funzioni amministrativo-informatiche- giornalistiche), capacità
empatico-relazionali di orientamento- assistenza-accompagnamento e gestione del
disagio pre e post vaccinale (assistenti sociali, educatori e psicologi), capacità tecnico-
logistiche (ingegneri), scientifico-biologiche (biologi e tecnici di laboratorio); figure
fondamentali per il funzionamento degli Hub e dei Punti Vaccinali Mobili e di Prossimità,
strutture che hanno permesso il raggiungimento del lusinghiero risultato dell’87 per cento di popolazione vaccinata.

Link Petizione E https://chng.it/5TfHp8vppg

Molte pprofessionalità nella lotta al Covid

La lotta al Covid-19 è stata possibile grazie alla cooperazione di tutte le unità che hanno incluso tutte le professionalità: non solo le professioni sanitarie, ma anche quelle tecnico-logistiche, amministrativo- informatiche- giornalistiche, socio-educative, scientifico-biologiche. Dall’inizio dell’emergenza queste figure professionali, scelte tra soggetti dotati di competenze e specifici requisiti, hanno permesso non solo di supportare le attività per il contenimento e il contrasto del diffondersi del virus covid-
19 e le iniziative previste dal piano di vaccinazione, ma anche di coadiuvare e sostenere le attività ordinarie degli uffici, che già prima dell’emergenza esercitavano in sofferenza le funzioni amministrative con grave carenza di personale.

Nuove assunzioni nella legge di bilancio ma non per tutti

Il Consiglio dei Ministri, il 28 ottobre 2021, ha approvato il Disegno di Legge recante il Bilancio di previsione dello Stato per l’anno finanziario 2022 e il bilancio pluriennale per il triennio 2022-2024, il cui obiettivo è sostenere l’economia e la società nelle fasi dell’emergenza sanitaria, fortificando gli effetti degli investimenti e delle riforme previsti dal Piano Nazionale di Resilienza e Ripresa. La legge di Bilancio mira a consolidare il settore economico-sociale, dedicando ampio spazio al settore della Sanità. A tal riguardo, si autorizzano gli Enti del Servizio Sanitario Nazionale a stabilizzare il
personale assunto durante l’emergenza, con un chiaro riferimento al solo personale sanitario escludendo tutto il bacino del personale con le altre richiamate professionalità. Queste unità, con le rispettive famiglie alle spalle, vengono ora messi da parte ed esclusi dalla stabilizzazione?

Patrimonio umano e di competenze

Tali figure professionali, dopo dieci mesi di acquisita esperienza sul campo, costituiscono senza dubbio un patrimonio umano e di competenze, che si è formato quotidianamente e che in nessun modo dovrebbe essere disperso. In data 24 Ottobre 2021 è stato costituito un libero Comitato nazionale, asindacale, apolitico, con obiettivo precipuo di perseguire la condizione di completa stabilizzazione del persone precario di tutte le categorie impegnate nell’Emergenza da Covid-19 e nella relativa campagna vaccinale, nonché salvaguardare i diritti di tutte le categorie coinvolte, attraverso il coinvolgimento di tutte le. Forze politiche sindacali della Repubblica, prendendo a modello gli accordi di stabilizzazione già sottoscritti nelle Regioni Lazio e Friuli Venezia Giulia e che hanno coinvolto anche l’Azienda Sanitaria di Vasto.

Covid, migliaia di sanitari precari da stabilizzare. In Sicilia oltre 7 mila

- Pubblicità -
Redazione
Redazione
Business, Lavoro, Ambiente, Legalità e Sicurezza. FocuSicilia ha l'obiettivo di raccontare i numeri dell'isola più grande del Mediterraneo. Valorizzare il meglio e denunciare il peggio, la Sicilia dei successi e degli insuccessi. Un quotidiano che crede nello sviluppo sostenibile di una terra dalle grandi potenzialità, senza nasconderne i problemi.

DELLO STESSO AUTORE

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Social

25,010FansMi piace
712FollowerSegui
392FollowerSegui
679IscrittiIscriviti
- Pubblicità -

Ultimi Articoli