fbpx

Estate, la Sicilia punta sui treni: linee speciali per Etna, Taormina e Cefalù

L'offerta di Trenitalia per la bella stagione comprende anche gli "Intercity" per raggiungere l'Isola da Roma e Milano. L'assessore ai Trasporti Falcone: "Puntiamo sulla cura del ferro"

Al mare o alla scoperta della Sicilia in treno. Per chi sceglie quest’estate di visitare la Sicilia, scrivono da Trenitalia, confermata l’intera offerta degli Intercity Notte che collegano Roma e Milano alla Sicilia e degli Intercity Giorno per raggiungere comodamente dalla Capitale le mete di mare dell’isola. Il network di Frecce da e per la Calabria, compreso il Frecciarossa notturno per Milano, uniscono l’area dello Stretto con le città del Nord e con la Sicilia grazie alle navi veloci di Blujet (Gruppo FS Italiane). Insieme al biglietto di Frecce e Intercity sarà, infatti, possibile acquistare sui canali di vendita di Trenitalia anche quello delle navi veloci di BluJet fra Villa San Giovanni e Messina. Gli orari delle navi, in coincidenza con le Frecce e con gli Intercity che proseguono per Reggio Calabria, consentono un facile interscambio fra i due mezzi di trasporto che, integrandosi con il trasporto regionale, rendono possibile raggiungere alcune tra le mete più suggestive dell’isola.

Confermata la Taormina Line

Per scoprire le bellezze della Sicilia in treno, disponibili tanti servizi, in accordo con la Regione, Committente del Servizio. Un’offerta pensata per soddisfare le esigenze di lavoro, studio e turismo per visitare, nel comfort dei nuovi treni regionali Pop e Blues, con consegne a partire da questa estate, luoghi di alto valore culturale e paesaggistico. Anche quest’anno confermato il Taormina Line, attivo fino al 31 ottobre, con sei collegamenti aggiuntivi, nei giorni festivi, fra Catania Centrale e Letojanni con fermate ad Acireale, Giarre-Riposto e Taormina-Giardini e il Taormina Link che collega invece la stazione di Taormina-Giardini al borgo taorminese grazie ai bus di ASM Taormina e l’Etna Link che, con servizi di Ferrovia Circumetnea in partenza dalla stazione di Giarre-Riposto collega sino a Piano Provenzana, alle pendici dell’Etna.

Tornano Cefalù e Barocco Line

Torna anche uno dei servizi maggiormente apprezzati da viaggiatori e turisti lo scorso anno, il Cefalù Line (con circolazioni il sabato fino al dieci settembre e nei giorni festivi fino al 18 settembre), che collega l’aeroporto internazionale “Falcone e Borsellino” di Punta Raisi e la città di Palermo a Cefalù. Nei giorni festivi le corse aggiuntive a disposizione dei viaggiatori sono 30 (16 tra Palermo Centrale e Cefalù e 14 tra Punta Raisi e Cefalù). Il Cefalù Line del sabato offrirà nel complesso 12 collegamenti aggiuntivi tra Punta Raisi o Palermo Centrale e Cefalù. Confermato inoltre il Barocco Line (fino al 4 settembre) che, con 17 collegamenti attivi nei giorni festivi, permetterà di scoprire la Val di Noto e le sue perle, con fermate a Siracusa, Fontane Bianche, Avola, Noto, Pozzallo, Scicli, Modica, Ragusa Ibla, Ragusa, Donnafugata.

Puntare sull’intermodalità

A partire dal 12 giugno si riducono inoltre i tempi di percorrenza su alcuni collegamenti del trasporto regionale, in circolazione dal lunedì al sabato. In particolare, sulla linea “Palermo-Punta Raisi” i tempi di viaggio si riducono di cinque minuti sui collegamenti lenti e di due minuti sui collegamenti semi-veloci. Sulla linea “Palermo-Messina” si registra una riduzione media delle percorrenze di circa sei minuti per quattro treni. Per una sempre maggiore intermodalità confermato il Fontanarossa Airlink, il servizio combinato treno più bus nato dalla collaborazione tra Trenitalia e Amts Catania. Fontanarossa Airlink consente di raggiungere comodamente lo scalo internazionale catanese con un servizio bus che in pochi minuti collega la fermata ferroviaria di Catania Aeroporto Fontanarossa ed il terminal dell’Aeroporto di Catania.

Regione: continua la “cura del ferro”

“Il governo Musumeci”, sottolinea l’assessore alle Infrastrutture e alla mobilità Marco Falcone, “aveva visto giusto. Dopo gli ottimi risultati di gradimento e di fruizione ottenuti l’anno scorso, assieme a Trenitalia, a Fce, Asm Taormina e Amts Catania, in un’ottica di intermodalità, anche questa estate riproponiamo con convinzione i collegamenti che consentiranno ai turisti e ai siciliani di raggiungere le località più attrattive e visitare le meraviglie della Sicilia senza ricorrere all’auto. La “cura del ferro”, su cui il governo regionale sta investendo puntando sulla sostenibilità, dimostra che anche da noi si può viaggiare e fare turismo utilizzando il treno, garantendo efficienza e commisurando il servizio alle esigenze dei territori e dei passeggeri. Tra l’altro”, conclude Falcone, “aumenterà progressivamente il comfort offerto sui convogli grazie alla progressiva entrata in servizio di ulteriori nuovi e moderni treni regionali Pop e Blues, oltre a quelli già in attività”.

- Pubblicità -
Redazione
Redazione
Business, Lavoro, Ambiente, Legalità e Sicurezza. FocuSicilia ha l'obiettivo di raccontare i numeri dell'isola più grande del Mediterraneo. Valorizzare il meglio e denunciare il peggio, la Sicilia dei successi e degli insuccessi. Un quotidiano che crede nello sviluppo sostenibile di una terra dalle grandi potenzialità, senza nasconderne i problemi.

DELLO STESSO AUTORE

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Social

25,010FansMi piace
712FollowerSegui
392FollowerSegui
679IscrittiIscriviti
- Pubblicità -

Ultimi Articoli