fbpx

Etna, nuova eruzione. Cenere, lapilli e pioggia sui paesi già colpiti

Nella notte ennesimo parossismo del vulcano, il tredicesimo dal 16 febbraio. Il materiale vulcanico prodotto dalle fontane di lava è ricaduto sui centri abitati del versante est

Eruzione dell’Etna la notte scorsa, e il copione si ripete. Intorno all’una l’attività esplosiva, già iniziata nella serata di domenica, si è trasformata in fontane di lava. Difficile osservare il fenomeno a causa delle condizioni meteo, con le nuvole che hanno spesso avvolto la zona dei crateri sommitali. Di tanto in tanto però è stato possibile vedere le altissime fontane di lava prodotte dal cratere di sud est e la colonna eruttiva di gas e materiale vulcanico che si è innalzata per chilometri sulla cima dell’Etna.

Tredicesimo parossismo

Il tredicesimo parossismo in meno di un mese è proseguito per circa due ore, e nel frattempo cenere e lapilli hanno cominciato a ricadere ancora una volta sui centri abitati e sulle campagne coltivate del versante orientale del vulcano, prevalentemente nella fascia da Milo a Giarre, da Zafferana a Sant’Alfio, fino al mare di Riposto. Ad aggravare la situazione già di crisi che si vive in questi paesi, colpiti più volte dalla pioggia di cenere nei giorni scorsi, il fatto che che il materiale vulcanico sia ricaduto al suolo insieme alla pioggia e accompagnato da forte raffiche di vento. A Milo i lapilli sono stati accompagnati da nevischio, visto che le temperature si sono molto abbassate. Continua e si aggrava dunque l’emergenza che sta provocando immensi danni e problemi ai cittadini del versante est. Naturalmente nessuno è in grado di prevedere quanto ancora durerà questo tipo di attività dell’Etna.

- Pubblicità -
Turi Caggegi
Turi Caggegi
Giornalista professionista dal 1985, pioniere del web, ha lavorato per grandi testate nazionali, radio, Tv, web, tra cui la Repubblica e Panorama. Nel 1996 ha realizzato da Catania il primo Tg online in Italia (Telecolor). È stato manager in importanti società editoriali e internet in Italia e all’estero. Nel 2013 ha realizzato la prima App sull’Etna per celebrarne l’ingresso nel patrimonio Unesco. Speaker all’Internet Festival di Pisa dal 2015 al 2018, collabora con ViniMilo, Le Guide di Repubblica e FocuSicilia. Etnalover a tempo pieno.

DELLO STESSO AUTORE

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Social

25,010FansMi piace
712FollowerSegui
392FollowerSegui
679IscrittiIscriviti
- Pubblicità -

Ultimi Articoli