fbpx

La scienza e la ricerca universitaria tornano in piazza

La "Notte europea dei ricercatori", venerdi a Catania, farà scoprire ai più giovani, e non solo, il mestiere di ricercatore e del ruolo che i ricercatori svolgono nel costruire il futuro della società attraverso l’indagine del mondo basata sui fatti

La “Notte europea dei ricercatori” ritorna in piazza per far scoprire ai più giovani, e non solo, il mestiere di ricercatore e del ruolo che i ricercatori svolgono nel costruire il futuro della società attraverso l’indagine del mondo basata sui fatti, le osservazioni e l’abilità nell’adattarsi e interpretare contesti sociali e culturali sempre più complessi e in continua evoluzione. Un evento, in programma venerdì 30 settembre, che coinvolgerà 13 città italiane, tra cui Catania, per raccontare la passione, le scoperte e le sfide dei ricercatori di tutta Europa attraverso mostre, spettacoli, concerti, giochi, conferenze e centinaia di altre iniziative rivolte al grande pubblico. Sharper, che significa “SHAring Researchers Passion for Enhanced Roadmaps”, è il nome di uno dei progetti italiani sostenuti dalla Commissione europea per la realizzazione della Notte europea dei ricercatori nel 2022 e 2023 in programma in numerose città europee.

Gli eventi distribuiti su più sedi a Catania

L’iniziativa, in Italia, è promossa da Psiquadro in collaborazione con l’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (Infn), il centro della scienza Immaginario scientifico, l’associazione Observa Science in Society, il Muse – Museo delle Scienze e cinque atenei (Catania, Politecnica della Marche, Cagliari, Palermo e Perugia). Oltre 170 le istituzioni, i partner culturali e gli enti di ricerca coinvolti, tra i quali il Consiglio Nazionale delle Ricerche, l’Istituto Nazionale di Astrofisica e l’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia. A Catania sono in programma oltre 100 eventi tra laboratori, dimostrazioni, quiz, mostre e video sparsi in alcuni luoghi simbolo della scienza e della ricerca nel cuore della città etnea come piazza Università e il Palazzo centrale dell’ateneo catanese, la Città della scienza (via Simeto), l’Orto Botanico, il Dipartimento di Fisica e Astronomia (Cittadella universitaria), il Centro Universitario teatrale (Palazzo Sangiuliano, in piazza Università), il Polo tecnologico (via Santa Sofia 102) e il Museo della rappresentazione (via Etnea 742).

- Pubblicità -
Redazione
Redazione
Business, Lavoro, Ambiente, Legalità e Sicurezza. FocuSicilia ha l'obiettivo di raccontare i numeri dell'isola più grande del Mediterraneo. Valorizzare il meglio e denunciare il peggio, la Sicilia dei successi e degli insuccessi. Un quotidiano che crede nello sviluppo sostenibile di una terra dalle grandi potenzialità, senza nasconderne i problemi.

DELLO STESSO AUTORE

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Iscriviti alla newsletter

Social

20,110FansMi piace
462FollowerSegui
329FollowerSegui
- Pubblicità -

Ultimi Articoli