fbpx

L’allarme di Camcom Messina

Per il presidente della Camera di Commercio di Messina, Ivo Blandina, l'emergenza coronavirus ha messo in ginocchio l'economia della città: "Bisogna estendere le misure adottate per il Nord anche alle nostre aziende"

“La Camera di commercio non intende soccombere di fronte alla drammatica crisi economica che, in quest’ultimo periodo, sta attanagliando le imprese, a causa delle inevitabili conseguenze dovute alla situazione di emergenza sanitaria nella quale versa l’Italia per il diffondersi del Coronavirus”. Così il presidente dell’Ente camerale, Ivo Blandina, che aggiunge: “Il turismo italiano, com’è tristemente noto, è in ginocchio. Voli cancellati e prenotazioni disdette sono all’ordine del giorno in Sicilia, dove insistono i due poli turistici più importanti della provincia messinese. Il comparto turismo, subisce e subirà ingenti ricadute negative. Ma anche la ristorazione, i servizi, i trasporti e il commercio non sono indenni, al contrario accusano un danno prospettico importantissimo”.

Leggi anche – Coronavirus, Sicilia: perso l’80 per cento delle prenotazioni

L’Ente camerale assicura piena vicinanza e massimo supporto alle aziende, impegnandosi sin d’ora per porre in essere tutti quegli atti di propria competenza finalizzati a sensibilizzare la componente politica affinché adotti misure economiche di sostegno non solo per le filiere turistiche, ma per anche per le altre filiere produttive. “Siamo in emergenza su più fronti – prosegue Blandina –  servono interventi mirati per il Sud e massima sinergia tra enti e istituzioni”. L’Ente camerale ritiene urgenti e improcrastinabili per il turismo misure specifiche, oltre che una mobilitazione straordinaria dei piani promozionali per l’export e della diplomazia commerciale per tutelare il made in Sicily. “E’ essenziale – precisa il presidente della Camera di commercio – estendere le misure già adottate per il Nord, anche per le aziende del messinese”.

Leggi anche – Banche, aziende, Pil: quanto costa la paura del coronavirus

“Questo momento di stasi può essere l’occasione per ripensare le strategie di sviluppo del nostro territorio – dichiara la segretaria generale Paola Sabella – individuando gli asset dai quali ripartire per recuperare quanto si sta perdendo e per programmare azioni di pronto rilancio dell’economia territoriale”. L’Ente camerale ha predisposto una nota indirizzata a Unioncamere Sicilia e a Unioncamere nazionale, con la quale si chiede appoggio e condivisione alla linea d’intervento che la Camera di commercio intende portare avanti, oltre che contributi e misure atte a ridurre l’impatto fortemente negativo dell’epidemia sull’economia della provincia. La Camera di commercio ha già attivato un apposito sportello per le imprese, operativo a partire dal 6 marzo, per la segnalazione di eventuali criticità ed emergenze: emergenzacovid@me.camcom.it;  tel. 090/7772203-287.

- Pubblicità -
Redazione
Redazione
Business, Lavoro, Ambiente, Legalità e Sicurezza. FocuSicilia ha l'obiettivo di raccontare i numeri dell'isola più grande del Mediterraneo. Valorizzare il meglio e denunciare il peggio, la Sicilia dei successi e degli insuccessi. Un quotidiano che crede nello sviluppo sostenibile di una terra dalle grandi potenzialità, senza nasconderne i problemi.

DELLO STESSO AUTORE

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Iscriviti alla newsletter

Social

19,385FansMi piace
462FollowerSegui
313FollowerSegui
- Pubblicità -

Ultimi Articoli