fbpx

Ludoteche ed eventi, nasce nuovo coordinamento nel catanese

Il nuovo ramo di Assoesercenti Unimpresa Catania punta a tutelare il settore, duramente colpito dalla crisi innescata dal Covid-19. "Le imprese rischiano di non risollevarsi"

Si è costituito questa mattina nella sede di Assoesercenti Unimpresa di Catania il coordinamento del settore “Ludoteche ed eventi”, che comprende anche sale feste, baby parking e agenzie di animazione. Coordinatrice è Laura Musumeci e portavoce Lorena Sannella. Assoesercenti Unimpresa ha ritenuto necessario dar vita ad un coordinamento del settore, poiché la crisi economica emersa da oltre un anno a causa della pandemia, sta colpendo duramente anche ludoteche e il mondo dell’animazione: chiuse ormai da diversi mesi, queste strutture – che offrono a bambini e genitori intrattenimento, giochi, animazione, baby parking e in molti casi anche laboratori e attività educative – rischiano di non risollevarsi dopo l’emergenza. Eppure potrebbero essere sfruttate proprio per aumentare l’offerta di servizi alle famiglie che, durante l’estate, dovranno fare i conti con le limitazioni ai centri estivi.

“Ristori inadeguati per il settore”

In decine hanno già chiuso i battenti e in centinaia si preparano a farlo, poiché, denunciano gli imprenditori, i ristori, non percepiti da tutti, sono inadeguati per sperare nella sopravvivenza della categoria. Se non bastasse, ci sono fitti e utenze che le ludoteche devono pagare ogni mese nonostante le attività sbarrate. Per dare voce ad una categoria frammentata e dimenticata e, soprattutto, per non lasciarla senza prospettive e tutele, il nuovo coordinamento ha cominciato a scrivere proposte da avanzare a livello territoriale alle amministrazioni comunali, come la riduzione delle imposte laddove è possibile o sgravi fiscali, ma anche maggiori controlli verso un abusivismo dilagante dei “furbetti” non in regola. A tal proposito, ad esempio, su un territorio come quello di Misterbianco, le titolari di una di queste attività lamentano: “Chiedendo al Comune ci è stato risposto che è impensabile ridurre la Tarsu o altri tributi in quanto, percependo i ristori, non ci troviamo di fronte ad una vera e propria crisi! Noi abbiamo affitti, personale, utenze da pagare nonostante le nostre attività siano chiuse: la crisi la viviamo in pieno!”.

Il supporto di Assoesercenti

Il presidente di Assoesercenti Unimpresa Sicilia dottor Salvo Politino, incontrando il comparto, ha garantito che l’associazione si farà avanti con tutti i comuni della provincia per sensibilizzarli verso una categoria fin troppo dimenticata e domani stesso invierà una lettera a tutti i primi cittadini. Nel contempo ha spiegato che attraverso Assoesercenti Unimpresa si può partecipare ad un bando regionale grazie al quale, per la fase della ripresa, si possono ottenere 20 mila euro a tasso zero e cinquemila euro a fondo perduto per spese sostenute ai fini dell’adeguamento alle normative vigenti anti Covid. Del coordinamento neonato fanno parte anche Rossella Lipari, Simona Reito, Jonny Leonardi, Silvio Carneiro, Veronica Conti, Cristina Pulichino.

- Pubblicità -
Redazione
Redazione
Business, Lavoro, Ambiente, Legalità e Sicurezza. FocuSicilia ha l'obiettivo di raccontare i numeri dell'isola più grande del Mediterraneo. Valorizzare il meglio e denunciare il peggio, la Sicilia dei successi e degli insuccessi. Un quotidiano che crede nello sviluppo sostenibile di una terra dalle grandi potenzialità, senza nasconderne i problemi.

DELLO STESSO AUTORE

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Social

25,010FansMi piace
712FollowerSegui
392FollowerSegui
679IscrittiIscriviti
- Pubblicità -

Ultimi Articoli