fbpx

L’Ugl esorta gli elettori: “Allarmante ricorso all’astensione”

il segretario territoriale Musumeci: "Recarsi in massa ai seggi elettorali, se si vuol tenere accesa la speranza di continuare a far sentire forte la voce delle famiglie, dei lavoratori, degli studenti, dei soggetti fragili e dei più deboli. Altrimenti la politica sarà elitaria"

Il voto per le elezioni politiche e regionali di domenica non solo registrerà la sfida tra le coalizioni per i seggi in parlamento o tra i candidati presidenti e deputati alla Regione siciliana, ma dovrà fare i conti soprattutto con il crescente astensionismo che si è materializzato negli ultimi anni. Ad eleggere i parlamentari nazionali, governatore e parlamentari regionali, secondo gli ultimi trend statistici rilevati nelle altre regioni, potrebbe essere infatti poco più o poco meno del 50 per cento degli aventi diritto al voto. Ne è consapevole anche la Ugl di Catania con il segretario territoriale Giovanni Musumeci, che non esita a lanciare un nuovo appello a tutti gli elettori della provincia etnea. “Il prossimo 25 settembre – dice – avremo un’occasione forse irripetibile, considerato che contemporaneamente andremo a determinare il nuovo assetto politico–amministrativo da Roma fino a Palermo. Lo faremo sicuramente in un contesto economico e sociale divenuto difficile, davanti peraltro ad uno schema partitico fortemente frammentato che nel corso del tempo ha alimentato notevole sfiducia tra i cittadini”.

“In ballo la prospettiva di Italia e Sicilia”

“Ancora una volta, rispettando le sensibilità di tutti – prosegue Musumeci – vogliamo semplicemente limitarci ad un invito accorato rivolto soprattutto a tutti gli indecisi e a chi da tempo non si reca più alle urne. Essere assenti equivale a garantire una delega in bianco a coloro che, invece, vanno convintamente a votare”, evidenzia Musumeci. E non vorremmo che, particolarmente in questa tornata, a legittimare gli esponenti politici che dovranno governarci per i prossimi cinque anni sia circa la metà dei cittadini elettori, con la complicità del restante 50 per cento che non potrà avere di certo scusanti ad eccezione ovviamente di chi è realmente impedito. C’è in ballo la prospettiva immediata dell’Italia e della nostra Sicilia, ma principalmente il futuro dei nostri figli a partire dai temi dell’economia e del lavoro e, per questo motivo, come Ugl vogliamo appellarci a tutti gli elettori della Città metropolitana di Catania di recarsi in massa ai seggi elettorali. Se si vuol tenere accesa la speranza di continuare a far sentire forte la voce delle famiglie, dei lavoratori, degli studenti, dei soggetti fragili e dei più deboli, bisogna necessariamente invertire quest’allarmante ricorso all’astensionismo poiché è serio il rischio di avere sempre più una politica elitaria e distante dai problemi quotidiani dei territori”, conclude il segretario territoriale della Ugl.

- Pubblicità -
Redazione
Redazione
Business, Lavoro, Ambiente, Legalità e Sicurezza. FocuSicilia ha l'obiettivo di raccontare i numeri dell'isola più grande del Mediterraneo. Valorizzare il meglio e denunciare il peggio, la Sicilia dei successi e degli insuccessi. Un quotidiano che crede nello sviluppo sostenibile di una terra dalle grandi potenzialità, senza nasconderne i problemi.

DELLO STESSO AUTORE

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Iscriviti alla newsletter

Social

20,110FansMi piace
462FollowerSegui
329FollowerSegui
- Pubblicità -

Ultimi Articoli