fbpx

Maltempo, Legambiente Sicilia: “Segnale del cambiamento climatico”

L'associazione denuncia il ruolo dell'uomo dietro fenomeni estremi come quello che si è abbattuto sull'isola. Appello alle istituzioni perché spingano sulla transizione energetica

“Si scrive maltempo, si legge cambiamento climatico”. Per Legambiente Sicilia, i fenomeni metereologici delle ultime settimane e in particolare quelli che nelle ultime ore stanno colpendo con violenza la Sicilia e la Calabria, sono uno dei segnali della crisi climatica in atto. “Non è il momento di rimandare o di fare proposte deboli e conservative”, dichiara Anita Astuto, responsabile energie clima di Legambiente Sicilia, “si approvi subito un piano nazionale di adattamento al clima, come già hanno fatto gli altri paesi europei e si spronino i Comuni ad approvare i Piani d’azione per l’energia e il clima (Paesc) per rendere i nostri territori più resilienti agli eventi estremi che saranno sempre più intensi e frequenti. Non dimentichiamo che la Sicilia è al centro del Mediterraneo e che lo stesso è un hot spot del cambiamento climatico”.

“Investire sulle energie rinnovabili”

“Mancano pochi giorni al G20 di Roma e alla COP26 di Glasgow, si dimostri che la vita delle persone e la tutela degli ecosistemi sono una priorità per questo Paese e che non importa solo salvare i profitti delle aziende del settore oil&gas”. Lo dichiara Gianfranco Zanna, presidente di Legambiente Sicilia, che continua: “Abbiamo bisogno che la transizione energetica faccia un grande balzo in avanti con energie rinnovabili, uniche tecnologie veramente verdi e sicure, e che Stato e Regioni facciano tutto ciò che è in loro potere per adattare i territori ai cambiamenti climatici in atto, a partire dalle aree più a rischio. La crisi climatica va affrontata nella sua complessità, non possiamo permetterci il lusso della semplificazione”.

In Italia 113 eventi estremi nel 2021

Fenomeni come quelli osservati nella piana di Catania, dove si è verificata un’alluvione con ingenti danni, dispersi e purtroppo anche una vittima, sono ormai sempre più frequenti con forti ripercussioni anche sul settore agricolo. A parlar chiaro sono i dati raccolti e aggiornati dall’Osservatorio nazionale Città e Clima di Legambiente: dall’inizio del 2021 ai primi di ottobre in Italia si sono registrati 113 eventi estremi tra allagamenti dovuti a piogge intense, trombe d’aria, esondazioni fluviali e siccità che hanno provocato danni in 99 Comuni. Da segnalare inoltre 5 esondazioni fluviali e 60 casi di allagamenti.

- Pubblicità -
Redazione
Redazione
Business, Lavoro, Ambiente, Legalità e Sicurezza. FocuSicilia ha l'obiettivo di raccontare i numeri dell'isola più grande del Mediterraneo. Valorizzare il meglio e denunciare il peggio, la Sicilia dei successi e degli insuccessi. Un quotidiano che crede nello sviluppo sostenibile di una terra dalle grandi potenzialità, senza nasconderne i problemi.

DELLO STESSO AUTORE

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Social

25,010FansMi piace
712FollowerSegui
392FollowerSegui
679IscrittiIscriviti
- Pubblicità -

Ultimi Articoli