fbpx

Ottimax Catania, nuova protesta mercoledi davanti all’Inps

Non accenna a risolversi la vertenza legata al futuro degli ex lavoratori Ottimax del Gruppo Bricofer a Catania. L'Inps aveva dichiarato legittime le posizioni dell’azienda che aveva disconosciuto le dimissioni "per giusta causa" dei lavoratori, requisito per ottenere la Naspi

Ottimax Catania: nuova protesta mercoledì davanti all’Inps, organizzata dalla Filcams Cgil di Catania e Caltagirone. Non accenna a risolversi infatti la vertenza legata al futuro degli ex lavoratori Ottimax del Gruppo Bricofer a Catania. Già lo scorso agosto l’Inps ha dichiarato legittime le posizioni dell’azienda che aveva disconosciuto le dimissioni “per giusta causa” presentate dai 15 lavoratori iscritti alla Cgil. Un requisito fondamentale per ottenere la Naspi, ossia l’assegno di disoccupazione. La posizione viene confermata, seppure ufficiosamente, anche in queste ultime settimane. Il rischio che a fronte di un trasferimento di massa di 35 lavoratori oltre i 50 km, le conseguenti dimissioni vengano qualificate come causate da “motivi personali”, resta molto concreto. 

“Atteggiamento duro e respingente verso i lavoratori”

A metà marzo la Ottimax aveva annunciato la chiusura del punto vendita di Catania (San Giuseppe La Rena-ex Auchan) adducendo “motivazioni di natura economica“. Veniva negata anche la cassa integrazione e comunicato il trasferimento al Centro-Nord dei 35 lavoratori di Catania. Per il segretario generale della Filcams, Davide Foti, si tratta di una “vertenza-simbolo che evidenza l’atteggiamento sempre più duro e respingente nei confronti delle lavoratrici e dei lavoratori, trattati non come cittadini ma come comparse della vita produttiva e democratica. Non molleremo queste persone e lotteremo affinché questa storia riceva tutta l’attenzione possibile”.

- Pubblicità -
Redazione
Redazione
Business, Lavoro, Ambiente, Legalità e Sicurezza. FocuSicilia ha l'obiettivo di raccontare i numeri dell'isola più grande del Mediterraneo. Valorizzare il meglio e denunciare il peggio, la Sicilia dei successi e degli insuccessi. Un quotidiano che crede nello sviluppo sostenibile di una terra dalle grandi potenzialità, senza nasconderne i problemi.

DELLO STESSO AUTORE

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Social

25,010FansMi piace
712FollowerSegui
392FollowerSegui
679IscrittiIscriviti
- Pubblicità -

Ultimi Articoli