fbpx

Precari Covid, l’Ugl: “Lavoratori indispensabili, si stabilizzino”

Incontro con l'assessore Volo, le preoccupazioni di Urzì e Catalano sul destino di migliaia di lavoratori, soprattutto personale amministrativo e tecnico, ma anche farmacisti, biologi e assistenti sociali dopo il 28 febbraio

Il segretario regionale della Ugl Salute Carmelo Urzì ed il responsabile nazionale del coordinamento emergenza urgenza della Ugl Salute Giuseppe Catalano, hanno partecipato ieri a Palermo all’incontro sindacale convocato dall’assessore regionale della Salute Giovanna Volo per un confronto sul futuro dei lavoratori precari già impegnati durante l’emergenza Covid-19. “Abbiamo finalmente avuto modo di portare all’attenzione dell’assessore le nostre preoccupazioni su quello che sarà il destino di migliaia di lavoratori, soprattutto il personale amministrativo e tecnico, ma anche farmacisti, biologi e assistenti sociali che, ancora oggi, non sanno se potranno continuare a lavorare per il servizio sanitario regionale dopo il 28 febbraio. Stiamo parlando di lavoratori che in questi anni hanno svolto un lavoro eccezionale non solo impegnandosi nel difficile contrasto alla diffusione del virus, ma anche integrando appieno i vuoti in organico di Aziende sanitarie provinciali e Aziende ospedaliere in tutto il territorio siciliano”.

Integrare le posizioni vacanti in Asp e ospedali

“È questo quello che abbiamo voluto ribadire al rappresentante del Governo regionale – aggiungono Urzì e Catalano – continuando a difendere il lavoro prezioso di questi professionisti (in gran parte giovani ed ampiamente qualificati), nella speranza che il Parlamento nazionale possa esprimersi in tempi rapidi anche su una possibilità di stabilizzazione così come fatto per il personale sanitario che, come sappiamo, è stato assorbito per legge dal sistema sanitario stesso. Abbiamo quindi ribadito ulteriormente al nuovo assessore la necessità di legare la possibilità di prorogare e, di conseguenza, stabilizzare questi ormai indispensabili lavoratori anche in funzione delle strutture che si dovranno aprire a breve grazie al finanziamento ottenuto con i fondi del Piano nazionale di ripresa e resilienza, oltre che per integrare le posizioni vacanti da troppo tempo in Asp e ospedali. E su questo punto di vista confidiamo in un impegno deciso da parte del Governo Schifani. Auspichiamo dunque – concludono i due esponenti di Ugl Salute – di poterci rivedere presto con l’assessore Volo, nella speranza di ricevere buone notizie in favore dei precari ed, inoltre, anche per avviare un dialogo incentrato sul miglioramento del servizio dell’emergenza e urgenza in Sicilia”.

- Pubblicità -
Redazione
Redazione
Business, Lavoro, Ambiente, Legalità e Sicurezza. FocuSicilia ha l'obiettivo di raccontare i numeri dell'isola più grande del Mediterraneo. Valorizzare il meglio e denunciare il peggio, la Sicilia dei successi e degli insuccessi. Un quotidiano che crede nello sviluppo sostenibile di una terra dalle grandi potenzialità, senza nasconderne i problemi.

DELLO STESSO AUTORE

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Social

25,010FansMi piace
712FollowerSegui
392FollowerSegui
679IscrittiIscriviti
- Pubblicità -

Ultimi Articoli