fbpx

“Prestito di soccorso”: accordo tra Fondazione Dusmet e Mediolanum

Banca Mediolanum, Fondazione Mediolanum Onlus e la Fondazione Antiusura Beato Cardinale Dusmet di Catania firmano una convenzione per per facilitare l’erogazione di finanziamenti a favore di persone con difficoltà di accesso al credito e in condizioni di sovraindebitamento

Verrà firmata oggi la convenzione tra Banca Mediolanum, Fondazione Mediolanum Onlus e la Fondazione Antiusura Beato Cardinale Dusmet di Catania per facilitare l’erogazione di finanziamenti a favore di persone con difficoltà di accesso al credito e in condizioni di sovraindebitamento, residenti in tutta la regione Sicilia, e che il ritorno dell’inflazione e il rialzo dei tassi di interesse stanno mettendo ulteriormente in difficoltà. Quella di oggi è la seconda convenzione che la banca firma in Sicilia, dopo aver intrapreso un percorso virtuoso nel 2019 con la Fondazione Antiusura SS Mamiliano e Rosalia di Palermo che ha permesso di aiutare già 45 famiglie.

“Necessario che le banche ascoltino il territorio”

“È necessario che le banche ascoltino il territorio – dichiara Giovanni Pirovano, Presidente di Banca Mediolanum e Membro del Comitato di Presidenza ABI con deleghe a Innovazione e Sostenibilità– e che tornino a svolgere il loro ruolo sociale nel contrastare il ricorso all’usura e facilitare l’inclusione finanziaria di famiglie perbene, ma definite non bancabili. Con questa responsabilità la Banca ha deciso di raddoppiare l’impegno in Sicilia firmando la recente convenzione e riconoscendo l’importanza di farsi carico delle necessità della comunità. Definiamo il “prestito di soccorso” un processo di indebitamento responsabile che può aiutare il soggetto a rientrare a pieno titolo nel circolo virtuoso della vita, restituendogli la dignità civica e sociale”.

Nella foto da sin: Valter Schneck, responsabile commerciale Banca Mediolanum per la Sicilia, Gregorio Squadrito, presidente della Fondazione “Beato Cardinale Dusmet”, Luigi Renna, arcivescovo di Catania, Giovanni Pirovano, presidente Banca Mediolanum, don Orazio Bonaccorsi, consigliere e responsabile del punto d’ascolto della Fondazione “Beato Cardinale Dusmet”, Giuseppe Scandurra, Family Banker di Banca Mediolanum

L’arcivescovo Renna: “Strumento di grande utilità sociale”

“L’attività anti-usura della Fondazione Dusmet è uno strumento missionario di grande utilità sociale – dichiara Luigi Renna, arcivescovo metropolita di Catania – un vero e proprio strumento della Provvidenza. Spero che la Fondazione possa essere sempre più conosciuta nei quartieri meno fortunati di Catania, là dove il bisogno è più diffuso e dolente e dove i rischi per le famiglie sono più profondi”. “In questo momento storico di profondo declino di Catania – sostiene Gregorio Squadrito, presidente della Fondazione “Beato Cardinale Dusmet – la Fondazione si è data l’obiettivo preciso di contrastare il fenomeno della micro usura, che è un rischio tanto più reale quanto più il contesto generale di una città va degradandosi. Micro usura che colpisce individui e famiglie fra le più fragili e oggi basta non volgere lo sguardo dall’altra parte camminando in strada per rendersi conto di come siano diffusi fragilità e bisogni anche minimi”. “Ringrazio di cuore Banca Mediolanum e il suo presidente – conclude Don Orazio Bonaccorsi, consigliere e responsabile del punto d’ascolto della Fondazione “Beato Cardinale Dusmet”- per la grande sensibilità sociale mostrata, soprattutto in un frangente così caotico come quello che viviamo tutti. Purtroppo sono pochi gli istituti di credito che partecipano alla nostra missione, ma spero vivamente che la scelta di Mediolanum possa essere da sprone ad altre realtà bancarie”.

Il “prestito di soccorso”

Nell’attuale contesto economico in cui sono sempre più vaste le aree di vulnerabilità e con l’obiettivo di prevenire il ricorso all’usura e facilitare l’inclusione finanziaria, Banca Mediolanum e Fondazione Mediolanum Onlus confermano l’impegno sottoscritto a fianco di Fondazioni e Associazioni antiusura attive sul territorio nazionale con progetti sociali orientati al sostegno finanziario delle fasce più deboli della popolazione.
Grazie al lavoro dei centri di ascolto parrocchiali e delle fondazioni sul territorio vengono individuate le famiglie e vengono segnalati i relativi casi sui quali la banca interviene con il “prestito di soccorso”.

Dal 2009 aiutate 436 persone

Dal 2009 la Banca ha permesso a 436 persone, prevalentemente donne con la responsabilità del nucleo famigliare, di superare il momento contingente di difficoltà economica, non solo per la possibilità di accedere al credito, ma insieme alle fondazioni locali, aiutando le famiglie a gestire in modo consapevole il proprio bilancio familiare. Con la recente convenzione, Banca Mediolanum per tre anni metterà a disposizione della Fondazione Beato Cardinale Dusmet una linea di credito rotativa con plafond di 100.000 euro che verrà utilizzata per accordare prestiti con rimborso rateale a soggetti in difficoltà, individuati grazie all’attento lavoro della Fondazione in stretta collaborazione soprattutto con i Centri di ascolto della Sicilia orientale.
Con la sottoscrizione della convenzione tra Banca Mediolanum, Fondazione Mediolanum e Fondazione Beato Cardinale Dusmet, la Banca si impegna ad erogare prestiti rateali a soggetti considerati non bancabili con durata massima di 5 anni (60 mesi) – nei limiti del plafond rotativo sopra indicato – per un importo massimo per ogni singolo finanziamento di euro 20.000. Salgono così a 13 le Fondazioni associate alla Consulta Nazionale Antiusura “Giovanni Paolo II” con cui la Banca ha stretto accordi garantendo l’impegno nelle seguenti regioni: Lombardia, Piemonte, Veneto, Liguria, Sardegna, Emilia Romagna, Lazio, Sicilia, Campania, Calabria, Puglia e Abruzzo per un plafond rotativo complessivo di euro 3.650.000.

Le Fondazioni aderenti alla Consulta Nazionale

Banca Mediolanum, con il patrocinio di Fondazione Mediolanum, hanno stipulato convenzioni con fondazioni diocesane e interdiocesane che perseguono finalità di solidarietà operando nel campo dell’assistenza e della beneficienza con lo scopo di dare sostegno alle famiglie bisognose che versano in situazioni di indebitamento, al fine di prevenire il ricorso all’usura. Ad oggi sono tredici le Fondazioni associate alla Consulta Nazionale Antiusura “Giovanni Paolo II” con cui la Banca ha stretto accordi garantendo l’impegno nelle seguenti regioni: Lombardia, Piemonte, Veneto, Liguria, Sardegna, Emilia Romagna, Lazio, Sicilia, Campania, Calabria, Puglia e Abruzzo per un plafond rotativo complessivo di euro 3.650.000.

  • Fondazione San Bernardino a Milano, attiva in Lombardia (2009); 
  • Fondazione San Gaudenzio, attiva nelle provincie di Novara, Verbano-Cusio-Ossola e Vercelli  (2013); 
  • Fondazione San Matteo Apostolo di Bologna, attiva in Emilia Romagna (2016);
  • Fondazione Santi Simplicio e Antonio di Tempo Pausania, attiva in Sardegna (2016)
  • Fondazione Santa Maria del Soccorso di Genova, attiva in Liguria (2017)
  • Fondazione Antiusura Beato Giuseppe Tovini di Verona, attiva in Veneto (2018)
  • Fondazione Salus Populi Romani di Roma, attiva nel Lazio (2019)
  • Fondazione Ss. Mamiliano e Rosalia di Palermo, attiva in Sicilia (2019)
  • Fondazione San Giuseppe Moscati di Napoli, attiva in Campania (2020)
  • Fondazione Zaccheo di Crotone, attiva in Calabria (2021)
  • Fondazione San Nicola e Santi Medici di Bari, attiva in Puglia (2022)
  • Fondazione Jubilaeum di Avezzano, attiva in tutto l’Abruzzo (2022)
  • Fondazione Beato Cardinale Dusmet di Catania, attiva in Sicilia (2023)

Le Fondazioni operano attraverso le Caritas delle Diocesi di riferimento che si avvalgono anche dei Centri di Ascolto parrocchiali per intercettare le esigenze delle famiglie bisognose con figli. Sulla Banca grava il rischio di credito delle operazioni di finanziamento accordate.

Fondazione Antiusura Beato Cardinale Dusmet

Nel settembre del 1996, sotto l’egida dell’allora arcivescovo di Catania Luigi Bommarito, su iniziativa di un gruppo di cittadini esponenti dei diversi settori della società catanese fu costituita la Fondazione “Beato Cardinale Dusmet” – Fondo di solidarietà antiusura. L’ente ha lo scopo di prevenire il fenomeno dell’usura, anche attraverso forme di tutela, assistenza e informazione, al fine di sostenere chiunque versi in stato di bisogno. La Fondazione aderisce alla Consulta nazionale antiusura con sede a Bari. Nel corso degli anni, sono state erogate somme a cittadini con riconosciuto stato di necessità e a grave rischio di usura. In tempi più recenti, per poter meglio assistere i cittadini, la Fondazione ha stipulato apposite convenzioni con istituti di credito nazionali e operanti nella provincia di Catania.

- Pubblicità -
Redazione
Redazione
Business, Lavoro, Ambiente, Legalità e Sicurezza. FocuSicilia ha l'obiettivo di raccontare i numeri dell'isola più grande del Mediterraneo. Valorizzare il meglio e denunciare il peggio, la Sicilia dei successi e degli insuccessi. Un quotidiano che crede nello sviluppo sostenibile di una terra dalle grandi potenzialità, senza nasconderne i problemi.

DELLO STESSO AUTORE

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Social

25,010FansMi piace
712FollowerSegui
392FollowerSegui
679IscrittiIscriviti
- Pubblicità -

Ultimi Articoli